diritti tv serie A discovery eurosport partecipa asta
Lapadula e Murillo in un recente Milan - Inter (Insiedfoto.com)

Chi teme che Sky possa essere l’unico soggetto in gara per tentare di aggiudicarsi i pacchetti dei diritti tv di serie A per il prossimo triennio 2018-2021 negli ultimi giorni non può che constatare che l’interesse è alto e coinvolge una serie di possibili offerenti.

La novità assoluta potrebbe essere quella di TIMVision. Nei giorni scorsi il Cda Tim ha dato via libera alla creazione della tv, e quello che è stato lo sponsor della serie A fino a questo momento potrebbe essere della partita con la nuova iniziativa.

Vi sono poi piattaforme puramente digitali come Dazn, del gruppo Perform, che dopo l’esperienza sul mercato tedesco potrebbe allargare gli orizzonti.

E vi sono pure alcune conferme, come quella del gruppo Discovery, che agisce con Eurosport e Dmax (e che in chiaro possiede il canale 9 ex Deejay Tv). In una intervista a ItaliaOggi, infatti il senior director sports di Discovery Southern Europe, Filippo Ecuba, spiega: “nella scorsa asta avevamo presentato offerte su uno dei pacchetti, quindi l’argomento ci interessa”.

Come noto Discovery ha già acquisito i diritti delle Olimpiadi dal 2018 al 2024 (in un accordo che prevede una percentuale in chiaro: Rai dovrebbe essere interessata all’acquisto) e molto sta facendo con nuoto e atletica leggera.

La previsione di Ecuba è che nelle prossime aste “i prezzi per i diritti teleisivi continueranno a salire”, ma soprattutto, arriva da parte sua una conferma: “nelle prossime aste, si spingerà di più verso uno spacchettamento molto complesso, per attirare offerte da uno spettro sempre più ampio di attori, sia tv in chiaro, sia pay tv sia telco”.

Il che significa, per dirlo chiaramente, che dovrebbe finire il tempo del “tutta la serie A in diretta su…” (anche se chiaramente i tifosi sperano di avere sempre chi trasmette il 100% delle partite) e bisognerà prepararsi ad uno slalom tra diverse formule di abbonamento e diverse piattaforme.

Tra gli altri eventi nel mirino di Eurosport a questo punto potrebbero esserci Wimbledon e il 6 nazioni di rugby (già in palinsesto il Guinness Pro12). I recenti test match della Nazionale, del resto, hanno raddoppiato gli ascolti su Dmax: l’incontro con gli All blacks è arrivato a 500 mila telespettatori, quello con il Sudafrica ha superato i 350 mila e quello con Tonga è andato oltre i 400 mila.