dove vedere Inter-Napoli Tv streaming
(Foto: Insidefoto.com)

Il gruppo Suning si appresta ad acquisire i naming rights del centro di allenamento dell’Inter, il centro sportivo Angelo Moratti, meglio noto come la Pinetina. Nel corso della prossima settimana, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza, la sponsorizzazione dovrebbe essere probabilmente ufficializzata (e se così non fosse il discorso verrebbe rimandato ai primi giorni del 2017), ma già oggi ad Appiano Gentile, dove ha sede il centro sportivo nerazzurro sventolava la bandiera di Suning accanto a quella del club nerazzurro.

La decisione del colosso cinese dell’elettronica di consumo, cui fa attualmente capo il 68% dell’Inter, di acquisire i naming rights della Pinetina rientra nella strategia di Zhang Jindong di far crescere i ricavi del club nerazzurro in modo da poter allentare i vincoli del fair play finanziario che impediscono alla potenza finanziaria dei cinesi di dispiegarsi a pieno. Come noto, infatti, il regolamento Uefa prevede, in linea generale, che i club non possano spendere più di quanto incassano e limita in modo importante il ricorso al deficit di bilancio seppur coperto con apporto di capitali da parte degli azionisti.

Zhang Jindong

Per questo motivo l’Inter, che è ancora vincolata al rispetto del settlement agreement firmato con l’Uefa per lo sforamento del fair play finanziario, ha necessità di far crescere in fretta i propri ricavi. Ecco dunque la prima mossa di Suning.

Ma a quanto potrebbero ammontare i ricavi legati alla cessione del naming right all’azionista di riferimento? In attesa dell’ufficialità si possono fare alcuni ragionamenti.

Inter Suning cessione maggioranza

Per quanto riguarda gli affari tra parti correlate (come nel caso di Suning e dell’Inter) il regolamento sul fair play finanziario si basa sul concetto del fair value: qualsiasi affare che prenda in considerazione una società e qualcuno legata ad essa deve essere valutata e riportata in base ad un “giusto valore”.

Un valore che non è stabilito a priori, ma che viene analizzato da una società “terza” rispetto a Uefa e club (l’importante è che, ovviamente, non esista alcun conflitto di interessi).

Per quanto riguarda gli sponsor, oltre al fair value della stessa, fondamentale è una percentuale, il 30%: una sponsorizzazione da parte di una parte correlata non può superare tale percentuale rispetto al totale dei ricavi.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here