LeBron James entra i 40 imprenditori sotto i 40 anni più ricchi negli USA, stilata da Forbes. Il 31enne tre volte campione NBA si piazza in classifica al 39° posto, subito dietro alla cantante Beyoncé Knowles.

Secondo la nota rivista statunitense, l’ala dei Cleveland Cavaliers ha infatti un patrimonio netto stimato in 275 milioni di dollari, numero che dovrebbe crescere nelle prossime stagioni grazie ai nuovi contratti con Nike e con la franchigia dell’Ohio. Dal suo ingresso in NBA nel 2003, LeBron ha incassato 595 milioni di dollari tra salario e sponsor: il primo contratto con i Cavaliers aveva un tetto in quanto rookie (18,8 milioni di dollari per i primi quattro anni), ma le entrate erano decisamente pareggiate dai 90 milioni in 7 anni garantiti da Nike, con un contratto firmato quando ancora era alla hig school.

Patrimonio LeBron James, un 2016 da urlo

Il 2016 è stato un anno decisamente fruttuoso per la stella dei Cavs. Non solo sul parquet, dove ha portato Cleveland al titolo per la prima volta nella storia, ma anche fuori: il contratto a vita firmato con Nike infatti potrebbe garantirgli addirittura 1 miliardo di dollari, in base alle vendite future delle scarpe con il brand LeBron James. In agosto è invece arrivato il rinnovo con la franchigia dell’Ohio, affare da 100 milioni di dollari per i prossimi tre anni: il 23 è solo il 3° giocatore, dopo Michael Jordan e Kobe Bryant, a guadagnare più di 30 milioni in una singola stagione.

Quanto vale lo sport, LeBron ha firmato il contratto più oneroso: 500 milioni con Nike

I ricavi fuori dal campo, però, valgono quasi il doppio, grazie agli accordi con Coca-Cola, Upper Deck, Kia Motor e Beats, oltre a quello con Nike. Inoltre, LeBron ha investito anche nella pizza: è stato uno dei primi investitori nella catena Blaze Pizza (nominata la seconda catena con maggiore crescita nel 2015, con un +205%). Senza dimenticare Hollywood, visto che l’ala dei Cavs possiede la casa di produzione SpringHill Entertainment e la piattaforma media Uninterrupted, che ha avuto un investimento da circa 15 milioni di dollari l’anno scorso da Time Warner. Inoltre, LeBron è anche molto attivo nelle attività benefiche: la sua fondazione ha donato, lo scorso novembre, 2,5 milioni di dollari al National Museum of African American History per l’esibizione su Muhammad Ali, mentre negli scorsi anni ha creato un fondo per oltre 1,100 bambini di Akron (la sua città Natale) per garantirgli la possibilità di frequentare l’Università.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here