La telenovela Pisa sembra essere giunta ad un lieto fine. Nei giorni scorsi, infatti, è stato reso noto che Lorenzo Petroni, ormai quasi ex proprietario dei nerazzurri, ha accettato l’offerta della Magico Srl, holding di proprietà della famiglia Corrado. Un nome non nuovo nelle cronache sportive, visto che aveva già tentato di rilevare il Parma, senza riuscirci. Ma chi è Giuseppe Corrado, che sarà di fatto il nuovo patron dei toscani?

Piemontese di origine e parmigiano di adozione, ha lavorato per 17 anni alla Barilla, diventando tra l’altro direttore generale di Mulino Bianco e ad di Barilla Diversificazione (Le Tre Marie, Sanson). Nel 2009 il passaggio a Medusa, dove è tra i protagonisti della fusione tra Medusa Multicinema di Mediaset e i cinema Warner di 21 Investimenti (di proprietà di Alessandro Benetton): nasce così The Space Cinema.

chi è giuseppe corrado

Il nuovo gruppo cresce rapidamente, tanto che ad oggi The Space Cinema è il primo circuito italiano sia al box office (più di 19 milioni di biglietti venduti nel 2015 per 130 milioni di ricavi), sia per fatturato globale (169 milioni di euro). Una crescita che non è passatao inosservata anche all’estero, tanto che nell’ottobre 2014 il gruppo The Space Cinema viene acquistato dal gruppo britannico Vue Entertainment, leader europeo del settore dei multiplex, per 105 milioni di euro.

Chi è Ciuseppe Corrado, l’interesse nel calcio

Una carriera, per Corrado, che così arriva al calcio. Già nell’estate 2015 si era vociferato di un interesse per il Parma, ma senza successo. Al contrario della trattativa per il Pisa, che si è conclusa non senza difficoltà. Un’operazione fatta attraverso la Ma.gi.co srl, società creata ad hoc da Giuseppe Corrado per slegare l’operazione-Pisa dalla sua attività prevalente di The Space Cinema (Ma.gi.co. sono le iniziali di Matilde e Giovanni, figli di Corrado). La società, inoltre, dovrebbe essere affiancata da Viris Spa (holding immobiliare riconducibile ad Enzo Ricci, socio MilanInvest, dove lavora Giovanni Corrado) e da Unigasket Spa (multinazionale del distretto della gomma con sede a Bergamo).

chi è giuseppe corrado

L’offerta è stata accettata, ora mancano i passaggi burocratici: «Entro il 13 dovrà essere approvato il bilancio della società, poi passeranno alcuni giorni per l’arrivo delle certificazioni – ha spiegato Corrado in un’intervista a Il Tirreno -. A quel punto, potremo fissare l’appuntamento dal notaio. Nel frattempo, i soldi per il passaggio delle quote societarie saranno accantonati in un deposito vincolato a cui sarà possibile accedere per le spese correnti e per pagare gli stipendi arretrati».

Nessun dubbio nemmeno sui ruoli: «Ribadisco quanto ho già fatto capire in passato. Io sarò il presidente, anche perché nella rosa degli investitori sono quello che mastica calcio da più tempo. Al mio fianco, nel ruolo di vicepresidente, ci sarà Vittorio Calissi, di Unigasket, socio al 3% dell’Atalanta, società con cui potremmo stipulare degli accordi per quanto riguarda il settore giovanile».