bilancio juventus 2017 fondamentale vincere champions league
Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, e l'ad Beppe Marotta (Insidefoto.com)

Azionisti Juventus 2016 – Cresce il numero degli investitori istituzionali presenti all’assemblea dei soci della Juventus. Secondo quanto emerge dal verbale dell’assemblea del club bianconero dello scorso 25 ottobre, le azioni depositate da parte di fondi pensione, fondi di investimento e altre istituzioni finanziarie erano pari al 13% del capitale sociale della Juve. Un numero in crescita visto che nel 2015 il peso degli istituzionali presenti in assemblea era del 9% circa, mentre nel 2014 del 7% circa.

Come emerge dal verbale, tutti gli investitori istituzionali presenti in assemblea a Torino erano rappresentati dall’avvocato Loredana Fedele. Il legale era presente in delega di 131.925.227 azioni (circa il 13% del capitale sociale della Juventus che è di 1.007.766.600 azioni).

In questo 13% c’è un po’ di tutto. La quota maggiore fa capo al fondo inglese Lindsell Train, secondo maggiore azionista della Juve dietro all’Exor della famiglia Agnelli-Elkann (63,8%), con una quota di circa il 10%.

Dal verbale emerge tuttavia che Lindsell Train era presente in assemblea solo con il 7,38%, spacchettato su tre veicoli diversi.

Ciò non significa che parte di quel 10% dichiarato alla Consob (e confermato tra le risultanze a libro soci a inizio assemblea) sia stato venduto, considerato che potrebbero anche non essere state depositate in assemblea.

Sotto la soglia di partecipazione del 2%, figurano invece altri importanti soggetti con in portafoglio quote importanti. Tra questi ci sono l’Rbs Group Pension Fund, il fondo pensione di Royal Bank of Scotland, una delle principali istituzioni finanziarie europee, che detiene l’1,44% della Juventus.

Tra gli azionisti Juventus con quote rilevanti figura anche il Fedex Employees Pension Trust, il fondo pensione dei lavoratori della nota ditta di spedizioni, con 10.000.000 azioni pari all’1% del capitale della società presieduta da Andrea Agnelli.

azionisti-juventus-assemblea-ottobre-2016

Azionisti Juventus 2016, la metà dei fondi contrari agli emolumenti al cda

Dal verbale dell’assemblea risulta inoltre che circa la metà degli investitori istituzionali presenti allo Juventus Stadium ha espresso voto contrario alla delibera relativa alla relazione sulla remunerazione del consiglio di amministrazione (qui l’approfondimento sullo stipendio dell’ad Beppe Marotta).

Favorevole invece il 72,92% del capitale ordinario presente in assemblea, tra cui il 63,8% in mano ad Exor e il 7,38% depositato in assemblea da Lindsell Train.

1 COMMENTO

  1. Essendo una societa’ di capitali ovviamente tiene diversi azionisti. Unica societa’ sportiva italiana ad avere gli eredi dei fondatori ancora con maggioranza assoluta delle azioni societarie.Altre precisazioni non le tengo. Forse servirebbe potenziare la difesa attuale con giocatori di prestigio per dare un tocco in piu’ al gioco di squadra .Se mi capitera’ l’ occasione forse potro’ vedere qualche vostro match , fuori dall’ Italia ovviamente . Buona fortuna.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here