marotta galliani presidenza lega
Giuseppe Marotta e Adriano Galliani (Insidefoto.com)

Si allarga il fronte pro-Galliani nella corsa alla presidenza della Lega di Serie A. L’ultimo a proporre il nome dell’attuale ad del Milan è stato Beppe Marotta, ds della Juventus.

«Adriano Galliani ha un profilo che si adatta tantissimo a quello di presidente della Lega – le parole di Marotta, ospite del dibattito “Quale futuro per il calcio italiano nell’era della globalizzazione” -. Posso parlare di Galliani dirigente, immaginando che il closing sia avvenuto, e posso dire che ha un profilo che si adatta assolutamente a quello di presidente di Lega. Ha dalla sua una grandissima esperienza, saggezza e competenza nell’ambito dei diritti televisivi, che sono la risorsa più importante per le società, e dal punto di vista sportivo. Racchiude in sè le caratteristiche più logiche che un presidente di Lega deve avere».

«Il problema è che non c’è una governance che lo aiuta – ha aggiunto l’ad della Juventus -. Dobbiamo riunirci in 20 società per decidere e la figura del presidente deve essere accompagnata da un potere, responsabilità ed autonomia. Oggi in Lega si parla solo di spartizione dei soldi e non di politica sportiva – ha concluso Marotta – sembra di essere ai livelli di assemblea condominiale».

La società bianconera si era già detta possibilista sul nome di Galliani, dicendo che il club “non opporrà veti alla candidatura” dell’attuale amministratore delegato del Milan, in uscita dal club dopo 30 anni a fianco di Berlusconi. E Marotta non è l’unico nelle ultime settimane ad essersi esposto a favore di Galliani: prima di lui c’era stato anche Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli, e dalla parte di Galliani ci sarebbero anche Milan, Roma, Inter, Genoa, Fiorentina e Sassuolo, stando alle indiscrezioni. Un fronte che potrebbe allargarsi ulteriormente, visto che quello che sembrava l’unico oppositore, l’avvocato Romei (braccio destro di Ferrero alla Samp), si è tirato fuori dalla corsa.

Intanto il diretto interessato incassa: “Mi hanno fatto molto piacere le parole di Marotta ma non ho ancora deciso cosa fare. Perché non è facile cambiare vita dopo 30 anni di Milan. Fino a dopo il closing non ci penso”, ha detto l’attuale ad dei rossoneri il giorno dopo l’endorsement del dirigente juventuno, a margine della presentazione del bilancio integrato della Figc in Triennale a Milano.

Maurizio Beretta: “Galliani? Benissimo”

Il giorno dopo le parole di Marotta arriva l’imprimatur dell’attuale presidente della Lega di Serie A, Maurizio Beretta, che vedrebbe “benissimo” una figura come quella di Galliani come suo successore alla guida delle 20 società del massimo campionato italiano. Lo ha detto a margine della presentazione del Bilancio Integrato della Figc, svoltasi in mattinata alla Triennale di Milano.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here