Sergio Parisse e Martin Castrogiovanni -Stadio Olimpico Torneo 6 Nazioni 2016 - Foto Antonietta Baldassarre - Insidefoto

Una partita da tutto esaurito: lo stadio Olimpico di Roma a 24 ore dal test match di rugby tra l’Italia e gli All Blacks neozelandesi viaggia spedito verso il sold out, con i biglietti esauriti in curva e distinti e con la disponibilità limitata nelle tribune, Tevere e Monte Mario. Gli spalti, che solitamente fanno da cornice ai match di Serie A giocati dalla Roma e dalla Lazio, domani pomeriggio – sabato 12 novembre 2016, ore 15 – saranno il palcoscenico per il primo dei tre Crédit Agricole Cariparma Test Match con l’ItalRugby che affronterà gli atleti più forti al mondo quando si tratta di palla ovale, i neozelandesi campioni in carica.

Chi non ha il suo biglietto, ma non vuole rinunciare alla partita può sperare: domani i botteghini dello stadio Olimpico di viale delle Olimpiadi 61 apriranno alle ore 9.30 di per mettere a disposizione gli ultimi tagliandi. Per tutti quelli che non potranno andare allo stadio, la diretta televisiva a partire dalle 14.15 è su DMAX, canale 52 e streaming DPlay. Gli altri due match amichevoli si giocheranno sempre a novembre, il 19 a Firenze e il 26 a Padova.

“I Crédit Agricole Cariparma Test Match costituiscono un momento fondamentale della nostra stagione – ha detto il Presidente FIR, Alfredo Gavazzi – ed una fantastica opportunità di promozione del nostro sport. La sfida di Roma contro gli All Blacks, forse la squadra più forte di tutti i tempi ed un’autentica icona della pallovale, sarà sicuramente un evento indimenticabile ma non ho dubbi che anche gli appuntamenti di Firenze e Padova, due città su cui abbiamo deciso di sviluppare un progetto triennale, ci regaleranno grandi emozioni”.

Carlo Canna, Italia Rugby, Stadio Olimpico, Trofeo 6 Nazioni - Foto Andrea Staccioli / Insidefoto
Carlo Canna, Italia Rugby, Stadio Olimpico, Trofeo 6 Nazioni – Foto Andrea Staccioli / Insidefoto

“Voglio ringraziare il CONI e le amministrazioni comunali per il loro sostegno, il Gruppo Cariparma Crédit Agricole che da dieci anni è sulle maglie della nostra Nazionale e Discovery Italia, che sino al 2018 trasmetterà la Nazionale in diretta su DMAX aiutandoci a diffondere ancor più in profondità le emozioni ed i valori che il nostro sport sa offrire. A Sergio, Conor ed a tutto il gruppo azzurro faccio il più sincero in bocca al lupo, sapendo di interpretare i sentimenti di tutto il rugby italiano” ha concluso Gavazzi.

“I Crédit Agricole Cariparma Test Match vedranno gli Azzurri affrontare alcune delle più prestigiose compagini del rugby mondiale – ha dichiarato Fabrice Ferrero, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne di Cariparma Crédit Agricole – Le sfide con gli All Blacks a Roma, gli Springboks a Firenze e Tonga a Padova sono eventi imperdibili, che permetteranno alla Nazionale di rodare il suo gioco e al pubblico di prendere parte ad eventi epici in alcune delle città fra le più importanti  d’Italia. Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole, al fianco della FIR dal 2007, accompagna gli Azzurri anche in questa avventura, per accrescere sempre più la popolarità del rugby in Italia e stringere i numerosi tifosi attorno alla Nazionale e ai sani valori veicolarti dal rugby”.

Come andare all’Olimpico in bici o a piedi per Italia-All Blacks

Per evitare scomode code nel traffico, dato il possibile sold out, la FederRugby ha diffuso una guida su come arrivare allo stadio Olimpico in modo sostenibile spostandosi a piedi, in bicicletta, con il trasporto pubblico e in taxi.

Le opzioni proposte sono tre: a basso impatto ambientale e intermodali (uso combinato di metro, tram, autobus, bicicletta, cammino a piedi). Nella prima scelta, ad esempio, si consiglia di usare, da Termini, la metro A scendendo a Flaminio per poi prendere il tram 2 fino a piazza Mancini e proseguendo a piedi.

Non manca un’indicazione pensata appositamente per chi si muove con la bici: utilizzare la metro A fino alla stazione Ottaviano e poi seguire il percorso ciclabile (circa 2 chilometri) fino a ponte Duca d’Aosta. Durante la partita le biciclette – solo però quelle dei possessori di biglietto per l’incontro – potranno essere lasciate in tutta sicurezza nell’apposito parcheggio di via Franchetti, messo a disposizione dal Coni, attrezzato con rastrelliere per 50 posti e sorvegliato da steward.