Rinnovo Bologna Liu Jo
(Insidefoto.com)

In un momento in cui il Bologna è tornato agli onori della cronaca, vuoi per i positivi risultati sportivi di inizio stagione vuoi per il riaccendersi del dibattito sul tema dello stadio, Nomisma ha voluto realizzare un’analisi su comportamenti, propensioni e aspettative di tifosi e simpatizzanti rossoblu.

Dall’indagine emergono posizioni nette che confermano l’attaccamento della città alla squadra e al suo impianto di gioco. Un plebiscito di proporzioni inattese (anche alla luce degli evidenti limiti che puntualmente vengono riportati) che conferma l’opportunità, apparentemente condivisa da società e amministrazione comunale, di privilegiare il restyling del Dall’Ara rispetto a qualsiasi opzione alternativa.

Secondo la rilevazione effettuata da Nomisma (1.000 interviste alla popolazione residente di cui 450 destinate a tifosi del Bologna Football Club 1909), il 77% dei tifosi chiede il restyling del Dall’Ara, il 13% il completo rifacimento nella stessa ubicazione e solo il 7% preferirebbe, invece, che lo stadio venisse realizzato completamente nuovo altrove.

Stadio Bologna - Secondo Nomisma i supporter preferiscono la ristrutturazione del Dall'Ara
Stadio Bologna – Secondo Nomisma i supporter preferiscono la ristrutturazione del Dall’Ara

I più forti sostenitori della ristrutturazione dell’attuale impianto sono i tifosi con più di 51 anni (89%) e le donne (88%). A desiderare invece una costruzione completamente nuova, ma nello stesso luogo di oggi, sono soprattutto i giovani con meno di 35 anni (16%).

Nel definire il nuovo concept dello stadio i tifosi hanno le idee chiare: copertura di tutti i settori (96% mostra forte interesse) e ristoranti/pizzerie/bar per il pre-post partita (62%) sono le dotazioni strutturali richieste per il nuovo Dall’Ara. Ma i desideri dei tifosi non si limitano solo al comfort: il nuovo stadio deve infatti diventare un luogo costantemente aperto per rafforzare il legame con tifosi e simpatizzanti. Il nuovo stadio Dall’Ara dovrà essere il luogo per valorizzare la gloriosa storia della squadra (l’85% è interessato al Museo del Bologna Football Club 1909) e dove poter vedere gli allenamenti aperti al pubblico (80%), in perfetto stile Camp Nou.

Stadio Bologna - Ecco come dovrebbe essere il nuovo Dall'Ara secondo i supporter intervistati da Nomisma
Stadio Bologna – Ecco come dovrebbe essere il nuovo Dall’Ara secondo i supporter intervistati da Nomisma

Ancora una volta sono i tifosi che seguono tutte le partite del Bologna i più interessati all’introduzione di servizi aggiuntivi quali la copertura di tutti i settori e non solo della tribuna (96%), il Museo della storia del Bologna Calcio (90%) e gli allenamenti della prima squadra del Bologna F.C. aperti al pubblico (85%).

Il nuovo stadio Dall’Ara deve essere però anche un luogo aperto per tutta la città: con concerti ed eventi tutto l’anno (74%) e impianti sportivi moderni aperti al pubblico tutta la settimana (73%). Un nuovo impianto rivolto a tutti e un nuovo simbolo per la città per diffondere l’importanza dello spirito sportivo e della sua pratica.

Bologna, lo stadio e la passione per il calcio

Il calcio è una passione che accomuna il 58% dei bolognesi. Si segue la squadra del cuore non solo in TV (80% dei tifosi usa tale mezzo per aggiornarsi sul Bologna FC), ma anche sui canali digitali (47% internet, 23% social network) e dal vivo.

Ben il 38% dei tifosi affezionati dichiara di avere un abbonamento a Sky calcio per seguire il Bologna F.C. Ma non avere un abbonamento alla pay tv non necessariamente implica non vedere le partite della propria squadra del cuore in TV. Piuttosto può significare ritrovarsi a casa di amici (per il 34% dei tifosi) o al bar (per il 31%).

La condivisione della passione calcistica non si limita al solo scambio di opinioni al bar, ma riguarda anche le modalità di fruizione dell’evento: allo stadio i tifosi del Bologna Football Club 1909 vanno sia con gli amici (77%) che con la famiglia (27%).

Stadio Bologna - Come vivono lo stadio i tifosi rossoblu secondo la rilevazione di Nomisma
Stadio Bologna – Come vivono lo stadio i tifosi rossoblu secondo la rilevazione di Nomisma

Cosa spinge i tifosi del Bologna FC a sottoscrivere l’abbonamento? La passione, innanzitutto. I numeri lo dimostrano in modo inequivocabile: il 73% dei tifosi si abbona “a prescindere”. Competitività della squadra o costo dell’abbonamento sembrano quindi fattori quasi ininfluenti sulla scelta.

Il forte attaccamento dei tifosi bolognesi alla squadra è emerso anche quando Nomisma ha verificato l’interesse a sconti legati all’abbonamento allo stadio. Più di un terzo dei tifosi è interessato a promozioni legate ad acquisti di merchandising della squadra da spendere presso lo Store del Bologna Calcio. Interesse, inoltre, viene manifestato per sconti legati ad un network di ristoranti e bar rossoblu (33% segnala interesse), catene di supermercati (26%), luoghi di svago (24%) e impianti sportivi (23%).

Ma le declinazioni del calcio non si esauriscono con la spinta alla socializzazione e l’espressione di una passione: il tifo calcistico è innanzitutto un fattore attivatore, anche dal punto di vista economico. L’84% dei tifosi del Bologna F.C. – quando va al Dall’Ara per seguire la squadra del cuore – “arricchisce” l’esperienza allo stadio con occasioni di convivialità, in pizzeria/ristorante/bar (prima-durante-dopo la partita) o anche all’interno dell’impianto stesso, rivelando un’insospettabile capacità di spesa, sia per la componente food che per quella che riguarda il merchandising.

Stadio Bologna - Le abitudini di spesa dei tifosi rossoblu
Stadio Bologna – Le abitudini di spesa dei tifosi rossoblu

In particolare, emerge che, con una spesa media in bar/pizzerie/ristoranti di circa 6,2€ a partita, nello scorso campionato i tifosi hanno generato un indotto per la componente food di 5,8 milioni di €. Il 75% di questa tipologia di spesa, effettuata poco prima-durante-poco dopo la partita, viene sostenuta da abbonati e da frequentatori abituali.

Stadio Bologna - L'indotto generato dai tifosi del Bologna
Stadio Bologna – L’indotto generato dai tifosi del Bologna

Con riferimento alla spesa in merchandising, Nomisma stima che nel campionato 2015-2016 il 69% dei tifosi, acquistando abbigliamento e gadget firmati “Bologna F.C”, abbia generato un giro di affari nell’ordine di 1,4 milioni di €.