stadio Crotone
Un gruppo di tifosi del Crotone allo stadio (Foto: Insidefoto.com)

Stadio Crotone. L’attesa è finalmente finita. La Lega di serie A ha infatti ufficializzato che lo stadio Ezio Scida può essere considerato quello ufficiale del Crotone. La formazione calabrese, alla sua prima esperienza in Serie A, avrà così la possibilità di poter giocare per la prima volta nel proprio impianto dopo i continui rinvii dovuti ai lavori di ristrutturazione della struttura e che avevano costretto a scegliere lo stadio Adriatico di Pescara per giocare le gare casalinghe.

Il rischio di un ulteriore rinvio, che sembrava quasi inevitabile fino a qualche settimana fa, è quindi definitivamente scongiurato.

Già in queste ore l’attesa per la prossima gara in cui la formazione calabrese sfiderà il Napoli è particolarmente forte. In Calabria sono infatti attesi almeno mille tifosi della squadra di Sarri.

 

Il dispositivo, coordinato delle forze di polizia, prevede pertanto una serie di misure idonee a gestire le fasi della manifestazione sportiva, con attenzione ovviamente alla salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica. Si punta quindi a vigilare il più possibile sia nelle fasi di accesso sia in quelle di uscita dallo stadio per far sì che tutto possa procedere nel migliore dei modi e in piena sicurezza dei sostenitori presenti. Questi momenti saranno gestiti attraverso disposizioni sulla viabilità cittadina, con presidi agli snodi e l’interdizione al traffico di aree precise.

Il presidente della formazione pitagorica, Raffaele Vrenna, è convinto che poter contare sul sostegno dei tifosi allo Scida possa aiutare anche la squadra a dare il massimo in campo: “Lo Scida quanto può dare al Crotone? Tanto. E’ importante anche perché già 2 anni fa ci siamo salvati grazie al nostro stadio e proveremo a fare la stessa cosa quest’anno. Non possiamo permetterci di perdere la serie A e faremo di tutto per restarci“.

L’inizio di stagione non è stato certamente positivo per gli uomini di Nicola e ora è quindi fondamentale attuale il prima possibile un’inversione di tendenza prima che sia troppo tardi.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here