Massimiliano Mirabelli, ex responsabile dello scouting dell’Inter, diventerà il nuovo direttore sportivo del Milan una volta che Sino-Europe Sports Investment (SES) rileverà il controllo del club rossonero dalla Fininvest della famiglia Berlusconi.

E’ stata la stessa Sino-Europe, attualmente guidata dall’ad Marco Fassone, ad ufficializzare il futuro ruolo che Mirabelli ricoprirà dopo il closing atteso entro la fine dell’anno.

«SES ha il piacere di informare che, a far data dal closing, Massimiliano Mirabelli entrerà a far parte del management team di AC Milan, collaborando direttamente con l’amministratore delegato e direttore generale Marco Fassone nella gestione dell’area sportiva», fa sapere la cordata cinese in una nota.

«SES dà il suo più caldo benvenuto a Massimiliano e gli formula i migliori auguri di buon lavoro», aggiunge Sino-Europe Sports.

Se davvero il 20 novembre proossimo, in occasione del derby con l’Inter sarà finalizzato, come nelle intenzioni di Sino-Europe Sports, il passaggio di proprietà del Milan, Mirabelli affiancherà dunque Fassone al vertice del club rossonero, assumendo la gestione dell’area sportiva con riporto diretto a Fassone.

Sembra dunque che si restringano gli spazi per un ritorno di Paolo Maldini al Milan. L’ex capitano rossonero ha infatti espresso i suoi dubbi sull’organigramma pensato dalla cordata cinese che prevederebbe per lui il ruolo di direttore tecnico accanto allo stesso Mirabelli e sempre con riporto all’amministratore delegato Fassone. Maldini punta invece a un rapporto diretto con la nuova proprietà cinese.

 

PrecedenteZamparini: “Palermo ceduto ai cinesi entro due mesi: affare da 200 milioni”
SuccessivoRecord di abbonamenti per l’Olimpia Milano: infranta quota 4.000 tessere