Il Milan della stagione 2004-2005 (Insidefoto.com)
Il Milan della stagione 2004-2005 (Insidefoto.com)

Paolo Maldini direttore tecnico nel nuovo Milan: è la proposta della cordata cinese che ha sottoscritto un accordo con Fininvest per rilevare la società entro la fine dell’anno. Secondo quanto riportano le agenzie di stampa, Marco Fassone, promesso amministratore delegato del Milan post-Berlusconi, avrebbe chiesto all’ex capitano rossonero di ricoprire il ruolo di direttore tecnico del club, con un particolare occhio ai rapporti tra il Milan e la UEFA. Lo storico numero tre rossonero avrebbe chiesto alcuni giorni per pensarci.

Per come ha immaginato il suo Milan Fassone, individuato nelle scorse settimane da Sino Europe come l’uomo giusto per il dopo closing, la società del futuro non potrebbe far a meno di Maldini che condividerebbe la gestione dell’area tecnica con il nuovo direttore sportivo, Massimo Mirabelli, e lo stesso Fassone.

E Maldini? Secondo quanto filtra l’ex bandiera della Nazionale sarebbe interessato a lavorare di nuovo all’interno dell’unico club per cui ha giocato per 25 stagioni. Dal momento del ritiro, datato 2009, Maldini non ha avuto più rapporti con la società e secondo alcune ricostruzioni oggi sarebbe disponibile a lavorare, ma vorrebbe una più ampia autonomia. Ovviamente, si può fare: ci sono distanze, Maldini non sarebbe ancora convinto e si è preso qualche giorno per riflettere sull’offerta.