dove vedere finale supercoppa europea 2017 real madrid manchester united tv streaming

Real Madrid – Siviglia assegna questa sera la Supercoppa Europea, trofeo che tra alterne fortune si disputa nel mese di agosto tra la vincitrice della Champions League e dell’Europa League.

Per Zinedine Zidane subito la possibilità di entrare nella storia: se il Real Madrid dovesse vincere sarebbe il quinto allenatore della storia ad aggiudicarsi il trofeo dopo averlo vinto da giocatore. In passato ci sono riusciti Carlo Ancelotti, Pep Guardiola, Luis Enrique e Diego Simeone.

L’UEFA attende l’ennesimo pienone, probabilmente il tutto esaurito. Da quando nel 2012 la competizione venne portata via dalla sede di Montecarlo il trofeo ha perso una sede storica ma ha guadagnato dalla biglietteria visto che nel 2012 furono 14.312 gli spettatori a Montecarlo ma negli anni successivi si è sempre fatto meglio: 17.686 a Praga, 30.854 a Cardiff e ben 51.490 a Tbilisi per la bellissima finale dello scorso anno tra Barcellona e Siviglia.

Nel 1998 l’UEFA accorpò a Monte Carlo il sorteggio delle competizioni per club e la disputa della Supercoppa: la competizione divenne così la vera gara d’apertura della stagione internazionale, e lo stadio monegasco Louis II sede fissa della gara fino al 2012, diventando itinerante dall’anno seguente (quando appunto si è giocato a Praga).

Dall’edizione del 2000, con la soppressione della Coppa delle Coppe, la Supercoppa viene disputata tra la squadra detentrice della Champions e la vincitrice dell’Europa League (già Coppa UEFA).

Di “italiano” la competizione avrà solo il trofeo. 

Dal 2006 è infatti in palio una nuova versione del trofeo: è alto 58 centimetri (solo 4 in meno della Champions League) e pesa 12,2 kg. Così come quello precedente, esso è opera della fabbrica Bertoni di Milano.

 

Nei primi tre lustri di vita della competizione, a dispetto del nome, a essere messa in palio non era una coppa, bensì una targa: una placca rettangolare in legno, al cui interno era inserito il logo dell’UEFA in sovraincisione d’oro.

La targa venne sostituita dall’edizione del 1986 da una vera coppa, pesante 5 kg e alta 42 centimetri e mezzo, che ne facevano il più piccolo e leggero trofeo calcistico europeo. Non mancarono ironie sul nome del trofeo: pesante quasi la metà della Coppa UEFA e un terzo della Coppa dei Campioni, e di gran lunga più basso di entrambe, fu fatto notare che sarebbe stato difficile denominarlo Supercoppa. Esso rimase in palio fino all’edizione del 2005.