Ha dovuto vincere una Champions League in 6 mesi per guadagnare la fiducia decisiva, ma ora Zinedine Zidane (che era secondo di Carlo Ancelotti tre anni fa quando arrivò l’altra Champions nel maggio 2014) può dire di essere a pieno titolo una parte del progetto del Real Madrid.

E la società del presidente Florentino Perez (nella foto) ha fatto di necessità virtù, perchè nel frattempo il suo stipendio è passato dai 2,5 milioni di euro netti (per sei mesi) iniziali a 5,5 milioni di euro l’anno (sempre netti) con un netto decremento rispetto a quanto veniva speso qualche stagione fa.

Zidane infatti è ampiamente lontano dall’ingaggio che veniva garantito a Josè Mourinho (10 milioni di euro netti) ed anche a Carlo Ancelotti (fermatosi a 7,5 milioni di euro netti). Lo stesso Mourinho nel frattempo ha ulteriormente visto crescere i propri ricavi ed al momento è l’allenatore più pagato al mondo.

Quest’estate Zidane ha esteso il suo contratto fino al Giugno 2018. Zinedine Zidane aveva assunto la guida della prima squadra del Real Madrid il 4 gennaio 2016, in sostituzione di Rafael Benitez. In sei mesi il francese ha ridato alla squadra la fiducia necessaria per vincere l’undicesima Champions League della storia della società.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here