«L’Inghilterra e l’Italia sono quelle che stanno investendo di più e questo l’Uefa lo deve riconoscere. Anche per questo siamo in discussione con loro. E’ necessario che l’Italia, così come l’Inghilterra, la Germania e la Spagna, abbia quattro squadre in Champions League. Non penso di chiedere troppo, visto che l’Italia è importante per il calcio europeo». E’ quanto affermato dal presidente dell’Inter, Erick Thohir, nel corso di un’intervista rilasciata a Class CNBC dal floor del New York stock Exchange.

Thohir, che nel corso dell’intervista, ha ribadito come i rapporti con l’allenatore Roberto Mancini siano «buoni, nonostante qualche discussione», ha indicato in 200 milioni di euro l’obiettivo in termini di ricavi che la società nerazzurra si attende per la stagione 2016-2017. «Quest’anno possiamo raggiungere i 200 milioni di fatturato come nell’anno del triplete», ha affermato l’uomo d’affari indonesiano, sottolineando i progressi già fatti sul fronte dei ricavi dall’Inter. «Quando sono diventato presidente l’Inter aveva 254 milioni di simpatizzanti nel mondo, oggi sono diventati 311 milioni e il fatturato, che nel 2014-2015 è stato di 164 milioni pur con la partecipazione all’Europa League, nel 2015-2016 è passato a 186 milioni senza la partecipazione all’Europa League».

Erick Thohir intervistato da Class CNBC
Erick Thohir intervistato da Class CNBC

Il presidente dell’Inter ha anche spiegato le ragioni che lo hanno convinto a cedere ai cinesi del Suning Group il ruolo di azionista di maggioranza del club. «Per crescere le aziende hanno bisogno di capitali», ha sottolineato Thohir, «se non avessi colto l’opportunità offerta da Suning l’Inter avrebbe impiegato più tempo per crescere».

Per quanto riguarda invece il mercato della società nerazzurra il numero uno dell’Inter è stato particolarmente diplomatico, in particolare sul futuro di Mauro Icardi. «I presidenti, gli allenatori e i giocatori possono cambiare, solo l’Inter rimane e rimarrà per sempre».

Con riferimento al mercato in entrata Thohir ha fatto sapere che ci sono «2-3 giocatori che potremmo ancora prendere» considerato che quest’anno l’Inter parteciperà anche all’Europa League e avrà bisogno di «una rosa di 29 giocatori».