Come vengono distribuiti diritti tv calcio Europa
(Insidefoto.com)

Olimpiadi 2016 Rai – Avere tutti i Giochi in esclusiva per dimostrare la propria forza. In estrema sintesi, è questo il ragionamento che ha portato i vertici Rai ad acquistare anni fa l’intero pacchetto televisivo di Rio 2016 da trasmettere in esclusiva ai telespettatori italiani. Oggi un’analisi del Sole 24 Ore spiega quanto i Giochi di Rio siano importanti per la televisione di Stato: dal 5 al 21 agosto si capirà se è, o meno, una vera media company in grado di offrire il proprio prodotto video su diverse piattaforme.

Un quadriennio olimpico fa si era a Londra e la Rai fu costretta a dividere il pacchetto dei diritti televisivi con Sky: per entrambe le società fu un successo con la platea televisiva estiva in aumento del 6,1% rispetto allo stesso periodo del 2011. Rai2 – rete olimpica – ottenne in quell’estate il 200% in più di ascolti rispetto all’estate precedente e anche Sky raddoppiò, ricorda oggi il Sole. Sono questi i numeri che hanno spinto la Rai a investire risorse, ma la vera partita quest’anno la si giocherà sul web e bisognerà vedere come la società possa essere capace di portare sui propri siti Internet il pubblico.

Nel 2012 furono 99mila gli utenti unici ad agosto, ma oggi l’uso del web è aumentato esponenzialmente e la Rai dovrà farsi trovare pronta. Del resto, con il fuso orario brasiliano saranno molti gli italiani che guarderanno i momenti più iconici dei Giochi in streaming, online, parecchie ore dopo la diretta.

Euro 2016 è stato un buon banco di prova per testare la tecnologia della tv pubblica. Non solo per i vari siti di informazione Rai, ma anche per la Smart Tv di Saxa Rubra che per la concessionaria pubblicitaria della Rai – Rai pubblicità – può rappresentare un buon modo per fare cassa, visto l’appeal dei Giochi. Durante gli Europei, le televisioni connesse a Internet – calcola il Sole – hanno prodotto 6,8 milioni di contatti netti e tre milioni di possessori di Smart Tv hanno seguito la programmazione Rai. Per le Olimpiadi, “Rai pubblicità propone tre milioni di Impressions a 283.000 euro e 750.000 a 93.750 euro“. Oltre ai passaggi più classici la tv di Stato offre anche la possibilità di diventare veri e propri sponsor dell’evento: le cifre ballano tra i 2,9 milioni a 671.220 euro. 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here