L’ipotesi che la Brexit offra il destro alle autorità del Regno Unito per avviare una  politica fiscale aggressiva viene discussa a diversi livelli.

Il Wall  Street Journal, nell’edizione  europea del 30 giugno 2016 spiega che Londra potrebbe usare il suo nuovo status di Paese extraeuropeo come incentivo  per le imprese, limitando o addirittura vanificando i contraccolpi negativi di Brexit. E il tema è ripreso oggi da Il Sole 24 Ore.

Nel frattempo il Regno Unito ha già annunciato la diminuzione delle imposte sulle imprese al 17%. E fino al  12% se facciamo riferimento alla normativa italiana ulteriori riduzioni di aliquota non finirebbero nel territorio scomodo dei paradisi fiscali veri e propri.

Lo stesso mondo del calcio rimane molto attento. Come scritto nei giorni scorsi da CF – calcioefinanza.it tra gli investitori disincentivati dalla Brexit potrebbero esserci i numerosi proprietari di squadre di calcio, ma un nuovo regime potrebbe cambiare le prospettive anche per loro.

Rimarrebbe a quel punto da risolvere solo il problema dello status (comunitari o extra) dei calciatori.

Che cosa  potrebbero fare l’Europa e i Paesi Ue se Londra decidesse di passare a una prospettiva  di paese aggressivo?  Qualcosa, ma non moltissimo. Cadendo i vincoli agli aiuti di  Stato, gli exiters avrebbero  mano libera nel sostenere  interi settori.

A questa  concorrenza poco leale (se  non sleale del tutto) l’Ue  potrebbe opporre dazi  monetari o ritorsioni di altra  natura, come vietare o tassare severamente l’offerta di beni o prodotti finanziari provenienti da oltre Manica. Ma a quel punto la risposta potrebbe tornare dal fronte delle aliquote fiscali.

Come sarebbero sicuramente disincentivi automatici e di una certa efficacia la perdita di regimi di assoluto favore quali le esenzioni della direttiva madre/figlia e di quella su interessi e royalties.

Londra, però, potrebbe  giocare una carta che già ha funzionato ai tempi della  Thatcher e che mantiene intatto, se non aumentato, il suo fascino: la deregulation. Meno vincoli, meno incombenze, meno costi per quotarsi, per negoziare, per  commerciare.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here