inter un anno di suning

Quanto vale l’Inter? O meglio, qual è il valore attribuito al club nerazzurro dal nuovo azionista di maggioranza, il gruppo cinese Suning? Calcio e Finanza ha preso in esame i documenti ufficiali del club predisposti in occasione dell’assemblea straordinaria del 28 giugno ed è ora in grado di dare una risposta.

Suning ha attribuito un valore di 650 milioni di euro al 100% del capitale dell’Inter (Equity Value = valore del capitale di rischio) che sommato ai 355 milioni di euro di debiti finanziari netti al 30 giugno 2016 (dato ufficiale indicato dalla società nel documento) porta a una valutazione complessiva del club nerazzurro (Enterprise Value) di poco più di 1 miliardo di euro.

Club Valore del capitale (Equity Value) post aumento  Debiti finanziari netti (Net Debt) * Valore d’impresa (Enterprise Value) post aumento Ricavi (Sales) EV/Sales
Inter 650 mln 355 mln 1.005 mln 170,7 mln 5,9

(Fonte: Relazione cda Inter ad assemblea dei soci)

Ma come si arriva a questo numero? La risposta la si trova a pagina 6 del documento. «L’aumento di capitale che si propone ai soci», scrivono gli amministratori nella relazione all’assemblea, «ammonta a complessivi Euro 142 milioni (incluso sovrapprezzo), con l’emissione di un numero di azioni (3.263.021.485) che, come detto, assegnerà al sottoscrittore una quota del 21,86% del capitale sociale post-aumento. Ciò implica che l’Equity Value della società post-investimento sarà di Euro 650 milioni, mentre l’Equity Value pre-investimento è di Euro 508 milioni».

Una valutazione, quella data dal Suning nell’aumento di capitale, che gli stessi amministratori dell’Inter indicano essere “superiore” a quella emersa utilizzando i criteri solitamente adottati per la stima del valore di una società di calcio, ovvero il metodo dei multipli rispetto al fatturato.

«Come si osserva», sottolineano ancora gli amministratori dell’Inter, «il valore implicito nel proposto aumento di capitale è superiore all’Equity Value ricavabile dall’applicazione del criterio valutativo sopra descritto alle metriche finanziarie della società».

Quanto vale l’Inter, il metodo dei multipli di mercato

Ma qual è questo valore? Per stimarlo il consiglio di amministratore dell’Inter ha preso in esame un campione di 7 società di calcio la cui proprietà è recentemente passata di mano (i nomi dei club non vengono indicati), ha osservato per ciascuna operazione il rapporto tra il valore d’impresa (Enterprise Value = Equity Value + Net Debt) e ricavi (Sales), ha ricavato un valore medio per le 7 operazioni per poi applicarlo ai ricavi dell’Inter stimando così l’Enterprise Value della società nerazzurra.

Così facendo il moltiplicatore sintetico “Enterprise Value / Sales” ottenuto è risultato essere pari a 4.

Tale moltiplicatore è stato poi applicato ai ricavi dell’Inter dell’esercizio 2014/15 pari a circa 170 milioni. L’Enterprise Value individuato dagli amministratori nerazzurri utilizzando questo metodo è pertanto pari a 683 milioni. Sottraendo da questo valore il debito netto (355 milioni al 30 giugno 2016) il valore del capitale di rischio (Equity Value) sarebbe dunque di 328 milioni.

Club Valore del capitale (Equity Value)  Debiti finanziari netti (Net Debt) * Valore d’impresa (Enterprise Value) Ricavi (Sales) EV/Sales
Inter 328 mln 355 mln 683 mln 170,7 mln 4

(Fonte: Relazione cda Inter ad assemblea dei soci)

Si tratta di un numeri di gran lunga inferiori ai 650 milioni di Equity Value e del miliardo di Enterprise Value attribuito dal Suning all’Inter nell’aumento di capitale.

Una differenza che gli amministratori dell’Inter si sono limitati a commentare con poche righe nella loro relazione. “Il consiglio di amministrazione reputa che i valori del proposto aumento di capitale trovino sostanziale conferma nell’applicazione del criterio valutativo ritenuto idoneo ad esprimere il valore del capitale economico della società”.

Ma emergono differenze anche la valutazione che la borsa attribuisce a un club come la Juventus.

Club Capitalizzazione (A)  Debiti finanziari (Net Debt) (B) Valore d’impresa (Enterprise Value) (A+B) Ricavi (Sales) EV/Sales
Juventus 256 mln 188,9 mln 444,77 mln 324,7 mln 1,4
Roma 158 mln 129,9 mln 287,97 mln 180,6 mln 1,6
Manchester United 2.376 mln 310,3 mln 2.686,3 mln 480,4 mln 5,6
MEDIA 2,9

(Dati in milioni di Euro al cambio 1 EUR = 0.82 GBP)

A Piazza Affari la Juve viene trattata 1,4 volte i ricavi della stagione 2014/15 per una capitalizzazione di circa 256 milioni di euro. Sommando alla capitalizzazione il debito netto (188 milioni circa) si ottiene il valore di impresa (Enterprise Value) attribuito da Piazza Affari alla Juve, che è dunque pari a 444,7 milioni. E’ comunque evidente che il valore della Juventus espresso dalla borsa non è legato ad operazioni straordinarie (un aumento di capitale riservato a un nuovo socio, un cambio di azionista di controllo, ecc.).

1 COMMENTO

  1. Un dubbio da profano. A Piazza Affari è quotato solo il 32,00% delle azioni di Juventus Football Club; la capitalizzazione di 256 milioni si riferisce alla quota di azioni della società effettivamente collocata in Borsa o va inteso come valore complessivo? La prima ipotesi giustificherebbe la netta discrepanza tra i differenti moltiplicatori ed Enterprise Value. Ringrazio anticipatamente per ogni cortese delucidazione.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here