Il Pescara ha da poco guadagnato la promozione in Serie A dopo avere superato nei playoff il Trapani e guarda con fiducia al futuro progettando il rinnovamento dello stadio Adriatico di cui si parla da tempo. L’operazione avverrà ovviamente in sinergia con il Comune della città abruzzese che è già al lavoro per trovare le disponibilità economiche necessarie ai lavori urgenti indispensabili da svolgere prima della partenza del prossimo campionato prevista per domenica 21 agosto.

La struttura prima d riaprire le porte ha infatti bisogno bisogno di lavori di adeguamento, necessari a renderla completamente agibile e completamente fruibile, a causa di criticità che riguardano la curva nord e sud. L’ente ha così voluto sottolineare, attraverso le parole dell’assessore allo Sport Giuliano Diodati, quali siano le questioni più spinose da risolvere: “Ci stiamo lavorando e non è semplice, dato che parliamo di lavori che richiedono una spesa pari a 500 mila euro e tenendo in considerazione che il nostro è un Comune in pre-dissesto. Le criticità riguardano non solo i settori di curva nord e sud, con problemi di staticità e infiltrazioni d’acqua per i quali sono stati eseguiti lavori limitati proprio per permettere lo svolgimento dell’ultima parte della stagione, ma anche il manto erboso“.

L’assessore ha messo poi in evidenza che l’esternalizzazione della gestione dell’impianto sarebbe la soluzione più adatta: “Queste problematiche ci inducono ancora di più a lavorare per l’esternalizzazione della gestione dello Stadio Adriatico. Attendiamo – ha detto inoltre Diodati – il parere del Ministero dei Beni Culturali e della Soprintendenza di Roma a cui ci siamo rivolti dopo il diniego della Soprintendenza belle arti e paesaggio d’Abruzzo per i lavori di adeguamento, per la presenza delle colonne del Piccinato” – ha detto dopo avere preso parte a una riunione operativa cui hanno preso parte, fra gli altri, il sindaco Marco Alessandrini, lo stesso Diodati, per il Pescara Calcio il responsabile marketing Remo Firmani ed i tecnici della Lega A.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here