Udinese sponsor Red Bull, il club friulano apre le porte all’azienda delle bevande energetiche: si tratta per una sponsorizzazione.

Secondo quanto riporta il Gazzettino, infatti, i contatti tra l’Udinese e la Red Bull sarebbero ben avviati. Dopo aver ottenuto la salvezza nelle ultime giornate, la società bianconera starebbe guardando anche al futuro, e nel mirino ci sarebbe proprio una nuova sponsorizzazione.

D’altronde lo ha detto anche il patron dei friulani Pozzo: «Serve un progetto nuovo, ben più ambizioso della salvezza – ha dichiarato al Messaggero Veneto. Altrimenti diventa inutile tutto, anche lo stadio. Lo stadio è l’inizio di una nuova era, è la base di partenza per fare un programma più ambizioso della salvezza».

Motivo per cui i contatti con la Red Bull, tra cene e incontri, continuano. La multinazionale austriaca delle bevande energetiche, che già ha investito nel calcio negli Usa (New York), in Austria (Salisburgo) e in Germania (Lipsia, appena promossa in Bundesliga), ora vorrebbe sbarcare anche in Italia. Difficile però possa dare il proprio nome allo stadio, come già nelle sue precedenti esperienze, almeno fino al 2020, quando scadrà l’attuale contratto di sponsorizzazione per lo Stadio Friuli con Dacia scadrà nel 2020. Ma un investimento da parte di Red Bull potrebbe aumentare il grado di visibilità del marchio Udinese in Austria e in generale in tutta la regione dell’Alpe Adria, oltre che avvicinare il proprio brand a quello di una multinazionale di così alto livello.

Udinese sponsor Red Bull, lavori allo stadio

Intanto, mentre lavora alla ricerca di un nuovo allenatore (in pole Pioli), l’Udinese prosegue anche nei lavori per lo Stadio Friuli: conclusi quelli che riguardano la parte del campo, restano in ballo ancora le altre aree. «Pensiamo a una alestra, piscina, una birreria, un centro estetico – le parole di Pozzo alla Gazzetta dello Sport -. Deve diventare la casa del tifoso e vivere sempre. E si può mettere un po’ di musica. Abbiamo ripreso a lavorare, non stiamo mai fermi. È adesso ci inventeremo qualcosa per la campagna abbonamenti».

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here