Cinesi nel calcio europeo. La società di investimenti privati cinese CEFC Energia, conosciuta per avere acquistato lo scorso anno lo scorso anno una quota dello Slavia Praga, celebre club della Repubblica Ceca, è ora rileva il 70% dello stadio del club. L’impianto è conosciuto come Eden Arena.

L’acquisto delle quote, pari al 59,97% del club rilevato dal precedente proprietario, l’ex ministro dei trasporti ceco Ales Rebicek, è avvenuto lo scorso settembre. La società ceca Fly Sports Investments, di proprietà dell’imprenditore Jiřího Simane, controlla invece il 39,97%, mentre la restante parte della società è gestita da piccoli investitori.

Non è la prima volta che la CEFC sceglie di investire nella Repubblica Ceca: pochi mesi prima, infatti, aveva acquistato due palazzi situati a Praga, oltre ad avere aumentato la propria partecipazione nella J & T Finance Group.

La CEFC Energy ha anche voluto rendere note le cifre dell’operazione: l’azienda, infatti, ha investito inizialmente 31 milioni e 100 mila euro (equivalente a 35,5 milioni di dollari) destinati ai precedenti proprietari dello stadio. Non c’è comunque l’intenzione di fermarsi qui: da quanto trapela, infatti, la società è pronta a destinare 49 milioni 600 mila euro nei prossimi anni da utilizzare per la ricostruzione della sede del club. Miroslav Pelta, a capo della Federazione della Repubblica Ceca, ha in mente un’altra idea che sembra davvero interessante: trasformare la struttura in uno stadio nazionale con una capienza di 30 mila posti.

Secondo quanto è stato stabilito nel contratto, ad occuparsi dei lavori all’interno dello stadio sarà un’altra società di origine cinese, in collaborazione con il Comune di Pechino e la Bridge Corporation.

Questo passo si è rivelato determinante per la società, che negli ultimi tempi non aveva nascosto le proprie difficoltà finanziarie. L’acquisizione, invece, come confermato dal club ha permesso “una rapida stabilizzazione economica del club e del suo successivo sviluppo nel lungo periodo.”

Lo Slavia Praga, in passato avversario in Europa anche di diverse squadre italiane, si trova attualmente al quinto posti in classifica nel massimo campionato della Repubblica Ceca. Il club, distante solo tre punti dalla qualiicazione in Europa League, sogna di tornare a disputare le Coppe nella prossima stagione.