Fair Play Finanziario sanzioni UEFA 2016. Tre squadre europee non potranno partecipare alle competizioni Uefa per i prossimi tre anni per decisione dell’Organo Uefa di controllo finanziario dei club. Sono gli ucraini del Dnipro, gli azeri dell’Inter Baku e i rumeni del Targu Mures; adesso si è in attesa della pubblicazione delle sentenze che, come annunciato dalla Uefa, dovrebbe avvenire la prossima settimana sul proprio sito web. Ognuna delle società è esclusa “dalla partecipazione alla prossima competizione Uefa per club alla quale dovesse qualificarsi nelle prossime tre (3) stagioni (2016/17, 2017/18 e 2018/19)”.

Le tre società, insieme al FC Astra Ploieşti che non rientra tra i sanzionati di oggi, il 15 dicembre 2015 erano già state già escluse dalle competizioni Uefa per le prossime tre stagioni. Tuttavia, in quell’occasione, l’organizzazione del calcio europea aveva dato loro l’opportunità di provare, entro il 31 gennaio 2016, “di aver corrisposto i pagamenti scaduti al 30 settembre 2015”. Oggi la scelta sembra essere definitiva.

Gli ucraini del Dnipro rappresentano una delle formazioni più competitive dell’Europa dell’Est, finalista solo una stagione fa in Europa League contro il Siviglia, dopo aver eliminato il Napoli di Rafa Benitez in semifinale. Gli azeri dell’Inter Baku, invece, sono stati eliminati dall’Athletic Bilbao in questa stagione ai preliminari. Tra i giocatori del Targu Mures, infine, milita una vecchia conoscenza del calcio italiano, il 37enne Adrian Mutu.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here