Stipendi dirigenti FIFA Infantino. La FIFA ha deciso di rendere noti gli stipendi dei suoi dirigenti. La scelta è stata presa dal neo presidente Gianni Infantino per dare un segnale di trasparenza.

Così è emerso che per il 2015, l’ex presidente Joseph Blatter ha percepito circa 3,38 milioni di euro, anche se dopo essere stato sospeso e fermato per sei anni non percepisce stipendio da ottobre.

L’ex segretario generale Jerome Valcke, anch’esso sospeso per otto anni, ha avuto un compenso annuale di 1.9 milioni di euro, mentre a ogni componente del comitato esecutivo è stata corrisposta una cifra pari a circa 270mila euro.

Nello stesso tempo la Fifa ha indicato di aver registrato una perdita di 122 milioni di dollari (107,7 mln euro) per l’esercizio 2015, suo primo deficit dal 2002, a fronte principalmente dei costi generati dallo scandalo per corruzione che l’ha coinvolta.

Questo, naturalmente, è successo anche a causa dei 55 milioni di euro di spese per le retribuzioni dei dirigenti versati per spese legali e altre somme uscite dalle casse dell’ente, più la perdita di top sponsor.

Nel dettaglio, Sepp Blatter, che si è dovuto dimettere prima di essere sospeso per un controverso pagamento a Michel Platini, ha percepito per l’anno 2,96 milioni di franchi svizzeri (2,7 mln euro) come salario, al quale si e’ aggiunto un premio di 435.530 franchi svizzeri (circa 400.000 euro) per i suoi 40 anni di presenza in Fifa.

La Federazione non ha però fornito dettagli su quello che Blatter ha guadagnato negli anni precedenti, né ha rivelato il salario del suo nuovo presidente, Gianni Infantino, eletto il 26 febbraio.

PrecedenteItalia fuori dall’Europa, mai così male dal 2001
SuccessivoChampions League su Mediaset Premium tra strategie, share bassi e ricavi mancati