Adidas, Bilancio Adidas 2015

Bilancio Adidas 2015. Adidas rende noti i primi dati di fatturato relativi al 2015, anche se i risultati completi di Adidas Group, che comprendono gli introiti di Adidas e Reebok non saranno presentati fino al prossimo 3 marzo.

Herbert Hainer, che svolge il compito di CEO di Adidas fino al prossimo 30 marzo, ha voluto sottolineare il momento positivo che sta attraversando la società da lui rappresentata: “Siamo in un una fase positiva”. A conferma di questo sentiment ci sono ovviamente i numeri che fanno guardare in modo positivo al futuro.

Adidas Group ha infatti registrato un aumento del 12,1% dell’utile netto, che si attesta 720 milioni di euro. Un quadro che viene confermato a prescindere dal deprezzamento di 34 milioni di euro a causa delle situazioni di Russia e Brasile. Questi buoni risultati sono dovuti principalmente alle vendite in Europa Occidentale, in Cina e in America Latina.

Non si conoscono invece fino a questo momento gli sviluppi in Nord America, visto che fino a questo momento i dati non sono stati resi noti. Alcuni rumors però fanno pensare che possa esserci la possibilità per l’azienda tedesca di puntare su alcune sponsorizzazioni sportive soprattutto negli Stati Uniti per incrementare i propri risultati.

Nell’anno che è da poco passato Adidas riesce a battere il suo record di fatturato, che aveva raggiunto il suo apice nel 2012 toccando la cifra di 14.883 milioni di euro. Ora invece siamo superiori a 16.900 milioni di euro Questi risultati sono migliori rispetto alla previsione che l’azienda pensava di raggiungere nel 2016. L’anno in corso, infatti, è ritenuto particolarmente cruciale per il brand simboleggiato dalle tre strisce grazie a Euro 2016, in programma la prossima estate, di cui è sponsor ufficiale,  e le Olimpiadi di Rio. In entrambe le manifestazioni, infatti, la società svolgerà un ruolo di rilievo.

Nei mesi passati le vendite di Adidas hanno registrato un incremento del 12%. Un miglioramento lo si riscontra anche per Reebok, pari al 6%. Una grande notizia certamente per il gruppo.

Adidas ha comunque investito molto nel 2015 per poter raggiungere risultati così rilevanti. Sono state infatti organizzate importanti campagne di marketing, ma da non dimenticare anche l’inizio del contratto multimilionario con il Manchester United. Le vendite dei prodotti ufficiali dei Red Devils, infatti, non hanno deluso nonostante risultati sul campo non eccezionali.