Debito Inter, spunta a nuova stella nella galassia di società attraverso cui Erick Thohir controlla e finanzia il club nerazzurro. Si chiama Ball Investment Sarl, è una società con sede in Lussemburgo e il suo capitale è interamente detenuto da International Sports Capital HK Limited, la holding con sede a Hong Kong che fa capo a Thohir e ai suoi soci indonesiani.

Il nome di Ball Investment, che è stata costituita il 25 febbraio 2015, emerge dal bilancio civilistico al 30 giugno 2015 di International Sports Capital SpA, la società di diritto italiano controllata dalla stessa International Sports Capital HK Limited, che dallo scorso aprile controlla direttamente il 70% del club nerazzurro.

Secondo quanto riportato nel documento, consultato da CF – Calcio e Finanza, Ball Investment ha fornito a International Sports Capital SpA le risorse necessarie a finanziare l’Inter. Niente di illegale, sia chiaro, solo un altro passaggio per ricostruire la lunga catena di comando alle spalle della società milanese.

Nel dettaglio, il 14 aprile 2015 è stato sottoscritto un contratto di finanziamento tra Ball Investment e International Sports Capital SpA, in base al quale la società lussemburghese ha prestato 17,8 milioni di euro alla holding italiana di Thohir. Il contratto di finanziamento prevede la restituzione della somma dopo 5 anni (20 aprile 2020) maggiorata di un interesse pari all’8% su base trimestrale da incassare a scadenza.

Debito Inter, il giro dei prestiti di Thohir
Debito Inter, il giro dei prestiti di Thohir

Con le risorse ottenute da Ball Investment, International Sports Capital SpA, ha a sua volta finanziato l’Inter. Sempre il 14 aprile 2015 è stato infatti sottoscritto un secondo contratto di finanziamento, questa volta tra International Sports Capital SpA e Fc Internazionale SpA, sempre per 17,8 milioni di euro. Anche in questo caso la restituzione della somma è prevista dopo 5 anni, così come il pagamento degli interessi trimestrali maturati, in questo caso però calcolati a un tasso del 9,475%. Soldi che, per chiarire, non è detto Thohir intascherà: il patron potrebbe anche rinunciare al credito (come fanno già altri), trasformandolo in riserva per un futuro aumento di capitale o come copertura delle perdite.

Debito Inter, gli altri finanziamenti

Il credito di 17,8 milioni verso l’Inter, comunque, era l’unico presente nei confronti della società nerazzurra nel bilancio civilistico di International Sports Capital SpA al 30 giugno 2015. Tuttavia dal bilancio di Fc Internazionale SpA, alla stessa data, erano emersi debiti verso l’azionista di riferimento per 108 milioni (cui 103,7 milioni di quota capitale). E’ dunque possibile che Thohir abbia utilizzato anche altre società per finanziare l’Inter oltre che la sola International Sports Capital Spa. Anche perché dallo stesso documento emerge che l’azionista di maggioranza, nel periodo tra marzo e aprile 2015, ha effettuato finanziamenti per un totale di 76,6 milioni di euro: 17,8 sono quelli di cui sopra, gli altri 58,8 non sono però presenti nel bilancio della holding che possiede il 70% del club nerazzurro.

Inoltre, Ball Investment non ha ancora pubblicato il bilancio: per questo non si può ancora sapere con certezza l’origine dei 17,8 milioni prestati a Internation Sports Capital SpA. L’ipotesi più probabile è che li abbia forniti direttamente la società di Hong Kong sotto forma di capitale o come prestito, oppure, ma qui entriamo nel campo delle pure ipotesi, Ball Investment potrebbe averli chieste a terzi (banche ma anche altri investitori).