Zinedine Zidane allenatore Real Madrid. Stampa spagnola e francese d’accordo: la panchina di Rafa Benitez e’ a forte rischio e Zinedine Zidane e’ pronto a prenderne il posto. Corsi e ricorsi storici riportano con la mente a quando, proprio all’indomani della vittoria nel Mondiale per Club, il tecnico spagnolo venne esonerato dall’Inter.

Ma anche – guardando in casa Real Madrid – a quando Mourinho elencò tutti i suoi predecessori al Real Madrid che erano stati mandati via senza raggiungere i suoi risultati ovvero due semifinali consecutive di Champions League. Una difesa che tuttavia era il presagio di un divorzio imminente fra le parti.

Lo scenario attuale viene dipinto dai giornali madrileni, ma anche da “L’Equipe” che oggi dedica la prima pagina proprio a Zizou scrivendo che “e’ alle porte del grande Real Madrid”, dal momento che l’ex allenatore del Napoli ha perso la fiducia non solo dei tifosi e dei giocatori, ma anche dei dirigenti, in primis del presidente Florentino Perez che lo aveva difeso a spada tratta dopo la netta sconfitta contro il Barcellona al Santiago Bernabeu, ma che dopo i successivi passi falsi e la constatazione che in molti non sono al fianco del tecnico, comincia a pensare a un clamoroso esonero.

Nello spogliatoio “blanco” c’e’ grande nostalgia per Ancelotti (da Ronaldo a Kroos in molti rimpiangono anche pubblicamente l’italiano), ma al di la’ di tutto a inchiodare Benitez sono anche i numeri. Dal 2008 a oggi (allora c’era Schuster) il Real Madrid aveva sempre fatto piu’ punti degli attuali 30 in 15 gare, rispetto all’anno scorso sono 9 i punti e 23 i gol segnati in meno.

Ecco perche’ Benitez non puo’ piu’ permettersi di sbagliare e non e’ detto, secondo la stampa spagnola, che comunque Perez non decida di cambiare prima che la situazioni precipiti. In campionato la squadra e’ a -5 da Atletico Madrid e Barcellona, in Champions e’ agli ottavi dove la attende la Roma e Perez non vuole sorprese, uscire al prossimo turno sarebbe un danno economico enorme per le merengues.

La scelta “autarchica” del Real Madrid, tuttavia, sembra completamente slegata dal gran giro di panchine europee che pare imminente con i due club di Manchester determinati a cambiare rotta (Guardiola piace ad entrambi) e il Bayern Monaco che starebbe seriamente pensando a Carlo Ancelotti.