Adidas Future Arena

Adidas Future Arena. Adidas, una delle aziende di abbigliamento sportivo più importanti in ambito mondiale, continua a registrare una crescita costante nel mondo grazie anche all’utilizzo di strumenti di marketing incisivi.  Per farlo, l’azienda tedesca ha deciso di puntare, non solo su nuove partnership commerciali con club e calciatori europei, ma anche di lanciare nuove scarpe da calcio sul mercato e di rendere ancora più digitale il proprio lavoro.

Proprio per questo sabato scorso, 12 dicembe, il brand tedesco ha presentato un video che documenta il viaggio di alcuni giovani creator provenienti da tutta Europa che il mese scorso hanno vissuto il sogno di rappresentare il loro Paese di fronte a 50.000 digital fans nella Future Arena, il primo stadio digitale a 360 gradi situato a Saint Denis, Parigi.

Nella capitale francese, in occasione della presentazione dei nuovi kit away di Germania, Spagna, Russia, Belgio e Svezia per UEFA EURO 2016 dove Adidas sarà uno dei marchi più presenti  e dell’official match ball dell’Europeo, Beau Jeu, si sono uniti a loro anche tre vincitori della Coppa del Mondo: Zinedine Zidane, Xavi Hernandez e Per Mertesacker.

Ogni kit europeo che sarà utilizzato la prossima estate in Francia ha una sua storia legata al design. Il kit tedesco, infatti, è stato ispirato da elementi dello street football giocato nella Germania rurale e urbana, la colonna portante del calcio all’interno della nazione campione del mondo. La maglia away è reversibile, disegnata per le necessità di tutti i giocatori, dalla Die Mannschaft agli street footballers.

Il kit spagnolo è focalizzato sulle emozioni mostrate attraverso una heat-map, basata sul gol vincente di Fernando Torres agli Europei  UEFA 2012. Il nuovo kit away della Russia è ispirato invece dall’iconico simbolo russo dell’aquila, disegnato per rispecchiare e proiettare nel futuro la cultura giovanile della nazione.

I partecipanti all’evento sono stati inoltre i primi a giocare con  Beau Jeu, il pallone ufficiale della fase a gironi dei prossimi Europei.

I giovani creator hanno così avuto la possibilità di mostrare le loro skill e provare cosa vuol dire giocare in uno stadio pieno, in quanto la folla digitale reagiva ad ogni goal, ad ogni occasione mancata e alle giocate più spettacolari, offrendo uno sguardo nel futuro del calcio.