Settimana di verdetti quella che va da oggi fino a lunedì prossimo, 14 dicembre. Nazionali e club conosceranno il loro futuro in un emozionante crescendo che parte dall’Inghilterra per passare da Parigi e infine a Nyon, in Svizzera. Sul web si scateneranno gli #Infantiners di tutto il mondo, e l’attenzione dei tifosi sarà concentrata sui bussolotti dell’Uefa con il gran cerimoniere della Federazione, Gianni Infantino (in odore di leadership FIFA) in primo piano.

La settimana dei verdetti si apre questa sera in Inghilterra dove alle 7 ci sarà il sorteggione integrale dell’FA Cup con le squadre di Premier League per la prima volta presenti nell’urna: tutti possono incontrare tutti. Si gioca sul campo della squadra prima estratta.

Martedì e mercoledì spazio invece alla Champions League cui farà seguito giovedì l’Europa league si gioca l’ultima giornata (la sesta) dei gironi che daranno il quadro completo delle qualificate e delle retrocesse.

Primo momento importante sarà sabato 12 dicembre quando a Parigi si svolgerà il sorteggio per l’Europeo 2016 che si giocherà l’estate prossima in Francia. La cerimonia ufficiale inizierà alle 18 italiane e deciderà il girone in cui l’Italia affronterà la prima fase di Euro 2016.

Come già analizzato nelle scorse settimane sarà un torneo durissimo, il primo Europeo a 24 squadre dove può essere corretto dire che alla fine saranno tutti gironi di ferro.

Con le squadre della prima urna davvero difficili da “scegliere” o “scartare” in base al loro valore, e con l’Italia inserita nella seconda urna (di fatto è la miglior classificata nel ranking della propria fascia di merito, ma questo non conterà perchè non vi sono vantaggi collegati) si può ipotizzare che la peggiore ipotesi da terza e quarta urna possa essere l’abbinamento con Polonia e Turchia. La migliore – forse – con Svizzera e Albania.

L’unica nazionale a non finire nell’urna sarà la Francia: il paese ospitante è già A1 ovvero prima squadra del primo gruppo. La formula sarà la stessa dei mondiali 1986, 90 e 94: passano le prime due di ogni girone e le 4 migliori terze. Per la prima volta in un europeo si giocano gli ottavi di finale.

Dopo il passaggio di Euro 2016 riflettori su Nyon dove lunedì da mezzogiorno in poi si conoscerà il destino “primaverile” delle italiane in Europa. Già qualificate la Juventus in Champions (prima o seconda lo si saprà domani sera dopo le ultime sfide) oltre a Napoli e Lazio vincitori dei rispettivi gironi.

Attendono l’ultimo sforzo la Fiorentina (basta un punto con il Belenenses in casa già battuto 4-0 all’andata) e la Roma (c’è il Bate all’Olimpico mentre il Bayer a pari punti con 5 trova il Barcellona).

Il miglior scenario ci vede qualificati con 2 squadre in Champions e 3 in Europa League (o 1 in Champions e 4 in Europa League, cosa che potrebbe non dispiacere al nostro ranking) il peggiore invece sarebbe ritrovarsi con 3 sole squadre a passare il turno e con Roma e Fiorentina eliminate.

Nell’urna di Nyon le squadre della Champions League saranno divise in due fasce: le prime e le seconde dei gironi. Non si possono scontrare le squadre della stessa nazionalità e quelle che provengono dallo stesso gruppo.

Le squadre dell’Europa League invece verranno divise in base al loro ranking e alla provenienza. Saranno 32 in tutto per 16 accoppiamenti che lo scorso anno portarono molto bene visto che tutte le 5 italiane allora in gara passarono il turno.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here