Il caso Valbuena potrebbe generare conseguenze negative per la carriera di Karim Benzema, rientrato in campo in occasione del Clasico contro il Barcellona dopo i problemi giudiziari ma protagonista di una prestazione decisamente sottotono. Come riporta la testata “Marketing Deportivo”, il rapporto del giocatore francese con Adidas, che resiste ormai da tempo, infatti, potrebbe essere a rischio per la volontà dell’azienda tedesca di salvaguardare l’immagine del brand.

Il ruolo attivo nel ricatto al compagno di nazionale Mathieu Valbuena per il video sexy costerà caro all’attaccante del Real. Benzema, infatti, non dovrà solamente affrontare un processo penale, ma rischia anche di non prendere parte ai prossimi europei: il ct Didier Deschamps tiene in modo particolare al comportamento dei suoi giocatori sul campo e vuole quindi poter contare solo su elementi dall’atteggiamento responsabile.

L’attaccante del Real, infatti, all’inizio del mese di novembre ha subito un ordine di restrizione da parte del Tribunale, mentre la Federcalcio francese ha deciso di presentarsi come parte civile al processo e deciderà come muoversi valudando l’andamento della situazione.

A peggiorare le cose, c’è anche il sentimento generale che la vicenda sta diffondendo tra gli appassionati: la maggior parte dei francesi, infatti, non ha nascosto di non gradire particolarmente la presenza del giocatore in Nazionale, soprattutto se dovesse fare una scelta tra lui e Valbuena. A monitorare la situazione è anche il Real Madrid, che a questo punto non può escludere di pensare a una cessione di Benzema nelle prossime sessioni di mercato. Ambienti vicini alla società spagnola fanno però pensare che una partenza dell’attaccante potrebbe avvenire giustificando l’operazione con motivi strettamente sportivi in modo tale da salvaguardare il marchio e la reputazione del club.

Se tutto questo non bastasse, l’attaccante potrebbe avere problemi anche per quanto riguarda i suoi rapporti con aziende sul piano commerciale. Adidas, legata già da tempo a Benzema, sta vagliando attentamente la situazione e non si escludono possibili rottture tra le parti soprattutto in vista di Euro 2016 che si disputerà la prossima estate proprio in Francia. Nei giorni scorsi si erano diffusi anche rumors sull’ipotesi di una chiusura dello storico accordo Adidas – Germania

Il brand tedesco è lo sponsor ufficiale dell’evento e di molte delle squadre che si sono qualificate alla manifestazione, ma solo tre anni fa ha dovuto subire la perdita di una rappresentativa importante come la Francia che ha preferito accordarsi con la “rivale” Nike. La decisione di realizzare Euro 2016 proprio in Francia ha però almeno parzialmente complicato i piani di Adidas che deve organizzare una campagna di marketing tenendo presenti i testimonial del brand che militano nella rappresentativa transalpina.

Benzema è però il maggiore rappresentante di Adidas all’interno della Francia, dove ci sono elementi sponsorizzati da società “rivali” come Nike, Puma e New Balance; proprio per questo il marchio simboleggiato dalle tre strisce non deve cogliere impreparato dagli eventi. All’interno del marchio tedesco si sta quindi iniziando a pensare alle conseguenze che potrebbe avere un’eventuale sentenza negativa ai danni del giocatore. Da quanto trapela però la conclusione potrebbe essere una sola: una rottura del contratto che lega Adidas e il francese.

Se davvero questo dovesse verificarsi però si tratterebbe di una scelta tutt’altro che di secondo piano: il francese, infatti, negli ultimi anni è stato un simbolo importante per il marchio tedesco e uno dei protagonisti della campagna “There will be haters”. Il giocatore, allo stesso tempo, è considerato uno degli sportivi francese che ha ottenuto i maggiori ricavi nei contratti commerciali. Come il Real Madrid, anche Adidas attende quindi l’evolversi della situazione: non può permettersi, infatti, un altro passo falso dopo che la sua reputazione è apparsa piuttosto ambigua nello scandalo Fifa che ha portato alla sospensione di Blatter e Platini.