Benfica, fare bene nel proprio campionato ed in Europa non basta per valorizzare il proprio brand ed aumentare il floor di ricavi. Per questo motivo, prendendo spunto da squadre come Juventus e Inter, la società portoghese ha annunciato questa settimana il suo coinvolgimento in un piano per aprire una scuola calcio in Cina. L’obiettivo è quello di riprodurre un simile al centro di formazione Caixa Futebol Campus, la scuola calcio del club a Lisbona.

L’obiettivo del Benfica, così come di altri grandi club, è quello di ampliare la propria rete di tifosi a livello internazionale, al fine di valorizzare il proprio brand in aree geografiche finora mai pensate prima.

Proprio come la Juventus e l’Inter, la dirigenza del Benfica ha deciso di portare avanti il progetto che prevede l’apertura di una scuola calcio in Cina. In questo modo, il club di Lisbona pensa di rafforzare la propria presenza nel mercato asiatico, attraverso la creazione di una scuola calcio a Hangzhou, in collaborazione con le comunità e le imprese locali.

Lo scopo principale dell’Accademia è quello di formare giovani talenti e migliorare il livello generale del calcio nel paese“, ha detto Tian Ye, educatore e socio del Benfica, che dovrebbe assumere un importante ruolo di coordinamento in questo nuovo progetto. “Abbiamo scelto di collaborare con il Benfica per le loro tecniche di formazione. Quando i bambini sono addestrati attraverso gli esercizi giusti – ha aggiunto Tian Ye – e imparano molto rapidamente. Il Benfica ha sviluppato un modello di formazione moderno che si adatta bene con gli allenatori cinesi che hanno gli strumenti per migliorare le sessioni di allenamento “.

A spiegare il nuovo progetto cinese del club portoghese, c’ha pensato Nuno Gomes, direttore generale di Benfica, che ha detto: “Il progetto di formazione del club non si limita al Portogallo. Abbiamo già aperto accademie di successo nei paesi di lingua portoghese e spagnola. La Cina, come paese emergente del calcio, è disposto ad assorbire gli efficaci concetti e metodi di allenamento. Ovviamente, quando siamo stati contattati, ci siamo resi conto che si possa stabilire un progetto sostenibile ed efficace a Hangzhou. Così abbiamo firmato un accordo con win-win “.

Una delegazione di sette tecnici del Benfica, sei allenatori e un coordinatore, si sono recati in Cina nel mese di ottobre per valutare il progetto.

Attraverso il progetto accademia, il Benfica ha intenzione di rafforzare i legami con la Cina a sviluppare la sua reputazione e alla fine di trovare una crescita economica. Dopo aver fatto bene per tanti anni in Portogallo, il Benfica deve assolutamente giocarsi la carta dell’ internazionalizzazione, basandosi in particolare sulla presenza di tifosi in tutto il mondo per registrare nuove entrate.

Nelle ultime stagioni, il Benfica ha generato ricavi commerciali per 20 milioni di euro all’anno. Questo nuovo progetto di internazionalizzazione, potrebbe consentirle di competere, nel lungo periodo, con i migliori club europei sulla scena continentale.