Serie A, un ulteriore, seppur piccolo, passo avanti verso il futuro è stato fatto. Infatti, d’ora in avanti gli spettatori allo stadio finalmente potranno rivedere sul maxischermo le azioni salienti della partita a cui assistono.

Il via libera arriva da una circolare della Lega Serie A, in seguito a quanto approvato dal Consiglio federale del 22 ottobre, che pero’ prevede una serie di limiti piuttosto stretti, per cui e’ lecita solo la trasmissione di gol convalidati, chiare occasioni da gol e azioni spettacolari. Non potranno essere trasmesse immagini di azioni controverse per fuorigioco e/o falli oppure gol viziati da fuorigioco e/o falli.

I filmati possono essere trasmessi in differita, a gioco fermo, una sola volta ad episodio e senza l’utilizzo del rallentatore – precisa la circolare – e non devono includere alcuna immagine “che possa avere un impatto sullo svolgimento del gioco; possa essere ragionevolmente considerata come controversa nella misura in cui e’ probabile che incoraggi o inciti qualsiasi forma di disordine pubblico; possa mostrare un qualsiasi disordine pubblico, disobbedienza civile e/o materiale offensivo (ad esempio striscioni o cartelli; possa criticare, compromettere o danneggiare la reputazione, la posizione o l’autorita’ dell’ arbitro, dei calciatori e/o di qualsiasi altra figura presente allo stadio (includendo ogni immagine il cui scopo sia di evidenziare, direttamente o indirettamente, qualsiasi azione di fuorigioco, falli commessi da calciatori, potenziali errori di un ufficiale di gara e/o qualsiasi comportamento che sia contrario ai principi del fair play)”.

Come era gia’ previsto, nell’intervallo e nel post-gara puo’ essere trasmessa la cosiddetta ‘goal collection’, ossia la rassegna delle reti della giornata di Serie A.

Dunque, un piccolo passo avanti verso il progresso per  un campionato italiano che, dopo gli ottimi risultati ottenuti negli anni ’90, è alla ricerca di una nuova identità per riemergere e conquistare il suo ruolo nel calcio europeo.