Jorge Mendes prende le difese di José Mourinho di cui è anche l’agente. «Non deve dimostrare niente a nessuno. In molti lo criticano ma non c’è alcuna possibilità che vada via dal Chelsea. Risolverà i problemi perché è il migliore», ha spiegato Mendes, intervistato dalla BBC.

«Sa quello che bisogna fare perché è il migliore, ha le capacità per risolvere questi problemi e lo farà. Giocatori, allenatori, tutti passano momenti belli e meno belli. Al Porto ha vinto Coppa Uefa, campionato e Champions, tutto quello che poteva vincere. Al Chelsea è stato spettacolare, ha vinto una Premier League che mancava da 50 anni e tutti erano contenti di lui. All’Inter nessuno si aspettava di vincere la Champions, già sembrava impossibile arrivare ai quarti e invece ha vinto. Mentre era al Real ha incrociato la miglior squadra del mondo e ha vinto la Liga». «Tutto questo dimostra che il migliore, che è speciale e che non deve dimostrare niente a nessuno».

Mourinho, intanto, si è visto respingere il ricorso contro la multa da 50 mila sterline e la giornata di squalifica con la condizionale che gli sono state inflitte per le frasi pronunciate dopo la sconfitta interna del Chelsea col Southampton. In quell’occasione lo Special One aveva accusato gli arbitri di aver paura di fischiare un rigore a favore dei Blues.

Lo Special One dovrà intanto scontare già sabato un turno di squalifica dopo quanto successo nell’intervallo della partita col West Ham, con l’alterco con l’arbitro Moss e il successivo allontanamento del tecnico portoghese: per il tecnico del Chelsea niente sfida con lo Stoke.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here