Torino, sabato 17 ottobre non sarà solo il giorno in cui la squadra di Ventura tenterà di riscattare la brutta sconfitta di due domeniche fa col Carpi di Sannino, battendo in casa il Milan di Sinisa Mihajlovic.

Infatti, sabato 17 ottobre 2015 sarà un giorno importante perché posta la prima pietra del nuovo Campo Filadelfia a Torino. La Fondazione Filadelfia ha reso noto il programma della giornata, con l’appuntamente previsto a poche ore dall’anticipo di campionato fra i granata e il Milan.

La data non è stata scelta a caso, infatti, esattamente il 17 ottobre del 1926 veniva inaugurato il vecchio Filadelfia. Il programma prevede alle 10:30 l’apertura al pubblico del varco d’ingresso da via Giordano Bruno. Alle 11:30 inizio cerimonia con gli interventi di Paolo Pulici, del presidente del Torino F.C. Urbano Cairo, della Fondazione e delle massime autorità istituzionali.

Seguirà la posa della prima pietra e la benedizione da parte di Don Riccardo Robella, nuovo cappellano granata dopo la scomparsa di don Aldo Rabino. Per l’occasione è stata preparata una maglietta celebrativa dell’evento, creata dalla Fondazione Filadelfia, su offerta libera.

Il progetto prevede un campo principale in erba naturale e uno secondario “ibrido”, sede degli allenamenti della prima squadra e campo da gioco del settore giovanile. Previsti anche la sede del club, una caffetteria, una foresteria e il Cortile della Memoria per ricordare le vittime scomparse nella strage di Superga.

Per arrivare al progetto definitivo, è stato indispensabile l’apporto della Federazione che, insieme alla Regione, al Comune e al club di Urbano Cairo, sono riusciti ad appianare gli intoppi burocratici del passato, oltre che a trovare i fondi necessari necessari per effettuare i lavori. Il costo dei lavori è di 8 milioni e sarà inaugurato tra un anno, il 17 ottobre del 2016.

Dunque, è un momento positivo per il club di Urbano Cairo: quinto in classifica dopo le prime sette giornate di campionato, squadra giovane e che prativa un ottimo calcio, ed un progetto che tra due giorni verrà avviato, riportando alla luce lo storico Filadelfia e di conseguenza, la storia passata del Torino.