Fiat sponsor nazionale italiana – Fiat Chrysler Automobiles (Fca), il gruppo automobilistico presieduto da John Elkann e guidato da Sergio Marchionne, e la Figc hanno rinnovato per altri quattro anni l’accordo di sponsorizzazione. Il marchio Fiat, quindi, sarà top sponsor (oltre che auto ufficiale) degli Azzurri fino al 2019, continuando così la propria partnership con la Federcalcio.

L’accordo prevede la fornitura di una flotta di vetture che accompagnerà il team italiano in occasione delle partite ufficiali, delle amichevoli e dei ritiri. Inoltre, il marchio Fiat campeggerà sulle divise da allenamento degli Azzurri e sugli spazi pubblicitari a bordo campo.

L’annuncio è arrivato in occasione della partita Italia-Norvegia, vinta per 2-1 in rimonta dagli Azzurri di Antonio Conte, valida per le qualificazione agli Europei che si terranno in Francia. Quella francese sarà la terza manifestazione continentale che Fiat e gli Azzurri giocheranno insieme, dopo Austria e Svizzera (2008) e Polonia e Ucraina (2012). In virtù di questo accordo, anche il viaggio azzurro verso i Mondiali di Russia 2018 sarà targato Fiat.

Per la cronaca l’Italia ha battuto la Norvegia 2-1 nell’ultima partita del gruppo H per le qualificazioni a Euro 2016. Gli azzurri, che avevano già conquistato la matematica qualificazione, chiudono al primo posto nel girone con 24 punti.

Davanti ai 25 mila dell’Olimpico, la squadra di Conte ha recuperato l’iniziale svantaggio firmato da Tettey al 23′ del primo tempo con i gol di Florenti (28′ del secondo tempo) e Pellè (37′ del secondo tempo).

1 COMMENTO

  1. E’ gravissimo che il jersey sponsor della Juventus che ha già finanziato recentemente con oltre 100 milioni di euro il gruppo Rcs di Milano, in modo scandaloso , rinnovi una partnership con un soggetto che la società correlata ad essere la Juventus Fc dovrebbe invece perseguire a livello civile per una serie di motivazioni a partire dai fatti del 2006, al mancato sviluppo del club rispetto le bug europee facente parti di altre leghe, e alla questione di primaria importanza degli extracomunitari che costringe la Juventus unico top club in Europa in queste condizioni ,a poter in ogni sessione di calciomercato tesserare giocatori solo in un range limitato nel panorama globale quindi andando ad ipervalutare spesso giocatori comunitari del proprio campionato od esteri di fatto provocando artatamente l’arricchimento di società medio piccole della serie A ai danni della Juventus E’ l’ennesima gravissima offesa,oltreggio, umiliazione, provocazione che la famiglia agnelli-elkann azionista di maggioranza della Juventus rivolge ai tifosi della Juventus.