Costo esonero Mourinho Chelsea – Confermato perché la società crede in lui, perché la squadra lo segue e perché per i tifosi resta un idolo. Probabilmente le ragioni dietro la conferma di Josè Mourinho sulla panchina del Chelsea sono proprio queste. Ma dietro il mancato esonero dello Special One dopo il ko dei blues per 3-1 contro il Southampton, ennesimo passo falso di un inizio di stagione da dimenticare, c’è anche una questione economica e sarebbe legata ai tanti (forse troppi) soldi che Roman Abramovich avrebbe dovuto sborsare per l’esonero.

Secondo il Daily Star il licenziamento di Mou sarebbe costato al Chelsea la bellezza di 37,5 milioni di sterline, oltre 50 milioni di euro. Mourinho ha un ingaggio di 10 milioni di sterline a stagione (13.5 milioni di euro) e oltre alla stagione in corso ha altri tre anni di contratto con il club di Stamford Bridge.

Nei giorni scorsi il portoghese ha ammesso di vivere “il peggior momento della sua carriera”, ma si è detto sicuro di poter uscire dalla crisi. “Andate dai giocatori: se vi dicono che non credono in me, allora mi dimetterò. Solo in questo caso sarò io a farmi da parte – avrebbe detto Mourinho ai suoi dirigenti dopo la sconfitta con i Saints – è un momento cruciale nella storia del club perché se mi esonerano, cacciano il miglior allenatore che questa società abbia mai avuto”. Intanto il Chelsea rimane nei bassifondi della classifica con appena 8 punti in 8 gare e anche nell’ultima gara di Champions League ha perso 2-1 in casa del Porto.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here