Empoli – Comune, migliorano i rapporti sulla questione stadio. Ormai da tempo, su impulso del presidente Corsi, l’Empoli sta lavorando al progetto per la realizzazione di un nuovo stadio con la consapevolezza che poter gestire autonomamente i ricavi possa aiutare a incrementare il fatturato e a rendere la squadra più competitiva. La realizzazione di questa idea, però, finora è stata piuttosto difficile a causa del comportamento del Comune, che finora non ha nascosto la sua opposizione.

Negli ultimi tempi, però, la situazione sembra essere migliorata: come riporta “Il Corriere Fiorentino”, infatti, dopo un mese di screzi e attacchi a viso aperto ieri si è svolto finalmente il tanto atteso incontro tra Comune e società dove sono emersi i primi segnali di disgelo. Il progetto è certamente ambizioso e prevede un investimento da ben 11 milioni di euro che aveva subito galvanizzato i tifosi e la città toscana, ma quasi subito era arrivata l’opposizione netta dell’amministrazione comunale, che non voleva accettare la scomparsa della pista di atletica dal Castellani.

Il sindaco Brenda Barbini ci ha però poi ripensato, spinta probabilmente dalla reazione positiva della città. e ha proposto un piano alternativo, ovvero la ristrutturazione del Carlo Castellani, o la costruzione di un nuovo impianto in via Viaccia, dove terreno e spazi sono pronti dalla fine degli anni ‘90. La posizione dell’amministrazione sulla pista di atletica leggera, considerata dal primo cittadino una priorità, resta comunque la stessa.

Proprio il sindaco, insieme all’assessore allo sport Fabrizio Biuzzi, alle attività produttive Antonio Ponzo Pellegrini, e Franco Mori, assessore ai lavori pubblici, ha incontrato i rappresentanti dell’Empoli Fc Rebecca Corsi, responsabile marketing, e Francesco Ghelfi, amministratore delegato. Questa volta la situazione sembra essere profondamente diversa: i tecnici comunali, infatti, sono già al lavoro per gli studi di fattibilità.

A me e a tutta l’amministrazione sta a cuore la volontà di investire della società del presidente Corsi — spiega il sindaco — ma per concretizzarla è indispensabile iniziare un percorso condiviso. Nello studio di fattibilità di entrambe le opzioni dovrà essere ricompresa una soluzione adeguata per l’impianto di atletica”. Ora la decisione spetta ai tecnici comunali, che dovranno verificare e stilare gli studi di fattibilità di entrambi i progetti da sottoporre poi sia al sindaco che alla società azzurra, che dovranno prendere, insieme, una decisione.

Anche la posizione dell’Empoli sembra essere più flessibile rispetto a qualche settimana fa proprio perché è nell’interesse di tutti arrivare a una soluzione che possa soddisfare entrambe le parti: “Da parte dell’Empoli — spiega l’ad Ghelfic’è la disponibilità a valutare tutte e due le opzioni. Come da progetto presentato la nostra preferenza è per una riqualificazione dell’area del Castellani. Ma aspettiamo gli studi di fattibilità per valutare attentamente le due alternative: stadio rifatto a Serravalle e nuovo stadio a Viaccia”.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here