Sarà firmato il prossimo 1 ottobre il closing relativo al passaggio del 48% del Milan dalla Fininvest al consorzio di investitori guidato da Bee Taechaubol. L’annuncio lo ha dato lo stesso Silvio Berlusconi, prima di entrare a Palazzo delle Stelline a Milano per la festa per i 40 anni di Licia Ronzulli, mediatrice nella trattativa con Mr Bee. “Il closing nel giorno del mio compleanno (il 29 settembre, ndr)? No, il closing è due giorni più avanti, ma ormai ho un’età in cui non si fa più festa per il compleanno”, ha scherzato il presidente del Milan.

“Con Mr Bee”, ha aggiunto Berlusconi, “è un’operazione molto sensata, puntiamo sulla commercializzazione del brand Milan in tutti i paesi orientali, non solo in Cina. Un piano che dovrebbe portare entrare nel Milan superiori ai 100 milioni all’anno. Mr. Bee mi piace molto, si sta comportando bene. È un partner gradito con cui si potrà fare un grande lavoro”.

Berlusconi si è soffermato anche sui progetti del Milan relativi allo stadio, dopo il passo indietro fatto con la Fondazione Fiera Milano in relazione al progetto per la costruzione del nuovo stadio al Portello. “Il nuovo stadio? Ci sono stati degli eventi negativi per cui immagino che prevarrà il mio sentimento di affetto per San Siro, che ora si sta abbellendo per la finale di Champions League”, ha spiegato il presidente del Milano, che ha poi aggiunto: “Ricordo che san Siro era tra gli stadi italiani il migliore, perché è nato per il calcio, non ha quella distanza tra gli spettatori e il campo”. Inoltre il vecchio stadio sarebbe anche di gradimento di Mr. Bee: “Guardava con molta simpatia alla possibilità che ci mantenessimo con san Siro”, ha concluso Berlusconi.

Dopo l’ingresso a palazzo delle Stelline a Milano, c’è stato un abbraccio tra il presidente Silvio Berlusconi e il broker thailandese in mezzo a tutti gli ospiti. Berlusconi ha detto: “Insieme faremo un grande Milan”.

1 COMMENTO