Mezz’ora per fare il punto sulla trattativa e provare a spazzare i rumors secondo cui non tutto procede come dovrebbe. Avrebbe questo significato il vertice di oggi pomeriggio ad Arcore tra il presidente del Milan Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol, il broker thailandese che guida il consorzio interessato a rilevare il del 48% del club entro il 30 settembre, secondo quanto previsto dal preliminare di vendita siglato il 2 agosto in Sardegna, a Villa Certosa.

Un mese e mezzo più tardi i due si sono ritrovati nella principale residenza dell’ex premier, Villa San Martino. Una “visita di cortesia”, secondo quanto filtra, per confrontarsi sul programma che scandirà la trattativa nelle due settimane che mancano al traguardo. Ma anche per dimostrare all’esterno che i loro rapporti sono sempre buoni, a fronte delle indiscrezioni su divergenze e difficoltà nella trattativa (negate da entrambe le parti) per il passaggio di quote da Fininvest al thailandese, che si sono diffuse mentre si consumava la crisi finanziaria in Cina, da dove dovrebbe provenire parte dei capitali di Mr.Bee e dove sarà quotato il Milan nei suoi piani.

Sarebbe stato singolare e avrebbe sollevato più di un dubbio se i due non si fossero incontrati, visto che Taechaubol ha trascorso il fine settimana a Firenze per festeggiare sabato i suoi 40 anni. Un traguardo tagliato oggi da Licia Ronzulli, l’esponente di Forza Italia che ha fatto da mediatrice (presente anche all’ultimo incontro ad Arcore) e ha invitato entrambi questa sera alla sua festa milanese a Palazzo delle Stelline

La trattativa dovrebbe essere vicina alla fase conclusiva e potrebbe portare a una svolta per il futuro della società che ha la necessità di tornare a essere competitiva. Per questo uno dei programmi da mettere in atto è la quotazione alla Borsa asiatica.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here