Bologna, nonostante un inizio di campionato poco positivo, i tifosi possono consolarsi nel apprendere che il loro club è il primo nel rapporto tra fatturato ed investimenti.

A confermare tale notizia è l’edizione odierna del ‘Corriere di Bologna’. Ebbene sì, il Bologna è davanti a tutti addirittura in Europa, non solo in Italia, “sì, per quello che è il rapporto investimenti-fatturato il Bologna è la società che ha investito di più in Europa“, la conferma arriva proprio da Claudio Fenucci, l’amministratore delegato della società rossoblù.

Tutto ciò è stato possibile perché, dopo aver tirato fuori una quarantina di milioni per avviare la macchina, tra luglio e agosto Joey Saputo ne ha sborsati altri 35 per fare il mercato, anche se i costi vanno suddivisi fino al 2017 alla luce dei prestiti con diritto di riscatto obbligato per alcuni giocatori.

La cosa particolare è che, se ti chiami Milan, Inter, Juventus, Roma e hai un fatturato di centinaia di milioni di euro, ecco che un investimento da 35 milioni può anche essere una cifra non molto significativa ma se ti chiami Bologna e hai un fatturato da 45 milioni di euro un investimento tanto alto come quello fatto da Saputo non può non esser messo in risalto. Anche perché, come già detto poc’anzi , nessuna altra società in Europa ha fatto di più e di meglio del Bologna. Basti pensare che il Barcellona, che è reduce dalla vittoria in Champions League e nella Liga ha fatto un mercato in entrata da 56 milioni di euro e che l’Arsenal ha speso 14 milioni di euro.

Sono però altri i numeri del Bologna estremamente indicativi e che rappresentano la chiave di lettura di quanto sia stato alto l’investimento fatto da Saputo. Se si considera quelli che sono stati solo i movimenti di mercato in entrata il Bologna è quinto a pari merito con il Napoli, gli sono davanti la Juventus con 123 milioni, l’Inter con 100, il Milan con 86 e la Roma con 79, ma se si va ad analizzare quello che è il saldo, e cioè la differenza economica esistente tra i movimenti in entrata e quelli in uscita, ci si può accorgere come il Bologna sia addirittura terzo, perché hanno un disavanzo superiore alla società rossoblù solo la Juventus e il Milan.

Al lordo il Bologna spende 27 milioni di euro come il Sassuolo per i giocatori attualmente a sua disposizione. Spendono di più Juventus (124), Roma (113), Milan (101), Inter (94), Napoli (74), Lazio (52), Fiorentina (46), Sampdoria (28), mentre la società che spende di meno è il Frosinone con 8 milioni (il Carpi è a quota 13, l’Empoli a 14, il Chievo a 16).

Il Bologna però, a questi 27 milioni deve aggiungerne altri 6 legati ai giocatori che sono stati ceduti o che hanno rescisso il contratto, perché solo a queste condizioni le società hanno accettato di rilevarli e i giocatori hanno deciso di andarsene. Quale dovrebbe essere la cifra giusta per quanto riguarda la voce ingaggi per una società come il Bologna, che ha il fatturato del Bologna? Sui 22/23 milioni lordi, ma guai a dimenticare come l’attuale società e gli attuali capi abbiano trovato macerie. “Certo, è un investimento che andava fatto“, la sottolineatura di Fenucci.