Ibra -Milan, cresce la fiducia dei bookmakers. Mancano ormai meno di tre settimane all’inizio del campionato e in casa Milan, che sarà impegnato domani e mercoledì nell’Audi Cup, si lavora per regalare a Mihajlovic gli ultimi tasselli da inserire in rosa che possano rendere la squadra nuovamente competitiva. E’ stata così individuata innanzitutto la necessità di poter contare su un forte difensore centrale (l’indiziato numero uno è ancora Romagnoli), ma moltissimi tifosi rossoneri sognano ancora il ritorno di Ibrahimovic, considerato il vero elemento in grado di spostare gli equilibri.

Lo svedese, pur non avendo segnato, è stato protagonista di un’altra grande prestazione sabato sera in occasione della Supercoppa di Francia vinta dal Paris Saint Germain e per alcuni si sarebbe lasciato andare dopo il fischio finale a una confessione che sarebbe clamorosa. Ibra, infatti, avrebbe detto che la partita contro il Lione potrebbe essere la sua ultima gara con il club della capitale transalpina. Sarà davvero così? La frase non è stata confermata, per per molti già nei prossimi giorni Ibra e il suo celebre procuratore, Mino Raiola, potrebbero incontrare nuovamente lo sceicco Al Khelafi per chiedere di essere liberati con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del contratto che lo lega al Psg.

Per i bookmakers la strada che porterebbe Ibra a tornare a Milano, sponda rossonera, sarebbe ora in discesa: dopo il raffreddamento della trattativa nelle ultime settimane, la quota sul suo ritorno di Ibra in rossonero era salita fino a 9.00, ma nelle ultime 24 ore, nonostante la firma del pre-accordo con il nuovo socio Mr Bee, è letteralmente crollata, scendendo a 2,75.

Si allontana invece la pista United, a cui lo svedese era stato accostato recentemente: come riporta Agipronews, infatti, passa da 3,00 a 5,50, mentre sono tutte in doppia cifra le altre destinazioni. I bookmakers, infatti, danno a 26,00 l’ipotesi Arsenal, fino ai 34,00  quella del Manchester City. I tifosi del Milan, però, sperano che l’ipotesi negativa sia solo dettata da una fase temporanea del mercato.