Milan, alla conquista del mercato cinese. L’importanza di valorizzare il brand anche in mercati come quello cinese lo si evince ancora di più dall’ultima iniziativa intrapresa dal club rossonero. Infatti, ogg il Milan ha annunciato il lancio del proprio profilo ufficiale su WeChat, la piattaforma mobile che vanta la maggior crescita in Cina. Si tratta del terzo canale social cinese lanciato dal Milan nel corso dell’ultimo mese, che permetterà al Club di raggiungere più di 500 milioni di utenti con un solo contenuto.

Dopo il recente rilancio dell’account Sina Weibo e del canale video Youku, che ha ottenuto più di 20 mila visualizzazioni e conferma il Milan come il club italiano più seguito, l’annuncio di oggi segna la terza più importante attività digitale in Cina per il Milan che precede il tour a Shanghai e Shenzhen alla fine di luglio. Come spiega una nota della società rossonera il lancio di una nuova piattaforma social rafforza l’obiettivo del club di consolidare il rapporto con i tifosi in Cina e allo stesso tempo soddisfare la loro esigenza di contenuti in lingua locale. WeChat è la piattaforma con il più rapido incremento di followers: il Milan diventa così il primo club italiano con un account in lingua cinese su questa piattaforma, grazie alla quale potrà inviare alla numerosa fanbase cinese messaggi, contenuti audio, video e testuali.

A parlare di questa nuova iniziativa è stata Barbara Berlusconi, Amministratore delegato del Milan, che ha detto: “Il lancio di WeChat rappresenta un nuovo innovativo canale di comunicazione, un’opportunità di contatto diretto con tutti i nostri tifosi in Cina. Questa è l’ultima di una serie di iniziative che il Milan sta portando avanti sulle piattaforme digitali per valorizzare ancora di più il nostro brand nei Paesi asiatici.”

La squadra sarà in Cina per disputare due partite del torneo ICC contro l’Inter il 25 Luglio a Shenzhen e contro il Real Madrid il 30 Luglio a Shanghai.

In occasione del lancio della nuova piattaforma social rossonera di We Chat, ha partecipato ad una divertente Q&A il trequartista spagnolo Suso.