Il Senato degli Stati Uniti terrà un’udienza per analizzare la situazione della FIFA e del governo del calcio internazionale delineando il ruolo degli Stati Uniti ‘al suo interno. Sarà il senatore repubblicano Jerry Moran, presidente della sottocommissione per la tutela dei consumatori a tenere l’audizione dal titolo “Esame della Governance e dell’Integrità del Calcio internazionale” il prossimo 15 luglio.

Un segnale forte, quello delle istituzioni americane, che confermano come il “soccer” stia diventando sempre più una cosa seria al punto da investire i più alti livelli istituzionali del Paese, che evidentemente intuiscono le opportunità di sviluppo del business per il futro.

Il CEO e Segretario Generale della Federazione Calcio negli Stati Uniti, Dan Flynn, sarà tra le persone che interverranno con il giornalista Andrew Jennings, che ha scritto molto su FIFA e corruzione.

“L’udienza esaminerà l’integrità e la leadership FIFA, oggetto di imminenti cambiamenti, analizzando il ruolo degli Stati Uniti nel calcio internazionale, e le preoccupazioni per le condizioni di lavoro dei lavoratori in Qatar, Paese che dovrà ospitare la Coppa del Mondo 2022”. Moran ha detto che l’udienza esaminerà le questioni dei diritti umani in Qatar, nonché il ruolo degli Stati Uniti all’interno della FIFA.

Le recenti rivelazioni di corruzione e di cattiva gestione della FIFA – ha aggiunto Moran – dovrebbero essere di preoccupazione per tutti noi. L’audizione sui recenti scandali FIFA aprirà la discussione sulla partecipazione del nostro Paese all’interno dell’organizzazione, per capire come gli Stati Uniti possono lavorare e con chi per riformare la FIFA, puntando a ripristinare l’integrità di un gioco di cui così tanti americani e cittadini di tutto il mondo godono .
Michael Hershman, un esperto di governance con la ditta investigativa Fairfax Groupe membro del comitato consultivo del Centro Internazionale con sede a Doha per lo sport di sicurezzainterverrà all’udienza, così come Sunjeev Bery, direttore di Amnesty International per il Medio Oriente e Nord Africa.