Peugeot sochaux cinesi – Adesso c’e’ anche l’ufficialità: il Sochaux diventa cinese. La Psa Peugeot Citroën ha confermato la vendita del club due volte campione di Francia e nella prossima stagione in campo in Ligue 2, alla Ledus, filiale della cinese Tech Pro Technology Development e quotata sulla Borsa di Hong Kong.

“Riporteremo la squadra in Ligue 1 nel piu’ breve tempo possibile”, la promessa del patron della Ledus, Li Wing Sang.

Ma i tifosi, come già rivelato da Calcio&Finanza lo scorso marzo, non sono convinti. Perché la Ledus, tanto per cominciare, ha chiuso l’ultimo anno con un fatturato non particolarmente esaltante: 23 milioni di euro. Non solo, ma nel primo semestre del 2014, l’azienda ha registrato perdite per 12 milioni di euro, giustificaste come “grossi investimenti”. La Ledus sta sbarcando in effetti in Europa. Dopo la Spagna, è stata appena aperta la branca francese dell’azienda e nel mirino ci sarebbero Italia e Benelux.

E poi, perché la controllante è quotata alla Borsa di Hong Kong dal 2007, ma è domiciliata alle Isole Cayman ed ha un conto aperto nelle Isole Vergini Britanniche. Ovvero, due paradisi fiscali. “Quale sarebbe l’interesse, per un gruppo di Hong Kong, di acquistare un club come il Sochaux, dal quale non trarrebbe alcun vantaggio economico?” si è chiesto Jean-Michel Aulas, presidente del Lione.