L’indiscrezione arriva da Carrara, la riporta Repubblica, e riguarda due campioni del mondo del 2006: Gigi Buffon – patron della Carrarese, da cui però ha annunciato il proprio addio poche settimane fa perché, denunciava, “mi hanno lasciato solo – e Gennaro Gattuso. In azzurro nella finale di Berlino 2006, il portiere della Juventus e l’ex centrocampista del Milan potrebbero (ri)provare a sollevare il club insieme, uno ancora da dirigente, l’altro da allenatore. L’idea è di Fabrizio Lucchesi, dg della Roma del 2001, quella dello scudetto con Capello. Il progetto prevede che la nuova Carrarese, con Buffon come azionista di minoranza e Gattuso nel ruolo di tecnico, diventi uno spazio dove coltivare talenti giovani, invece che imbottire la rosa di giocatori di scarsa prospettiva ma utili magari a vincere la categoria.

L’idea ovviamente passa dall’ottenimento dei risultati: l’obiettivo rimane il salto di categoria. Anche perché alla Carrarese la Serie B manca dal 1948. Si andrebbe a pescare dalle migliori Primavere e nei settori giovanili dei club italiani, seguendo criteri che Lotito definirebbe “valori morali”: i giocatori devono comportarsi in un certo modo. E la città, a pochi chilometri dalla riviera di Forte dei Marmi, potrebbe diventare un’attrattiva in più per i ragazzi.

Il destino del club non sembrava dei più rosei fino a qualche giorno fa. Buffon si era tirato indietro dalla guida della società: “Mi hanno lasciato solo, non posso continuare a sostenere questa situazione”, aveva detto il portiere del club, spiegando però di aver risanato i conti, ma di aver deciso di lasciare perché il tessuto imprenditoriale non lo aveva aiutato a rilanciare la squadra. Alla fine però Buffon si è fatto carico della fidejussione da 400mila euro per l’iscrizione del club al campionato. E ora ci sarebbe l’ingresso di tre imprenditori italiani che gli permetterebbe di rimanere con una quota di minoranza nel prossimo triennio.

E Gattuso? Ringhio è al centro del progetto tecnico. Dopo le esperienze poco fortunate tra Palermo, la Svizzera (Sion) e Creta (Ofi), Gattuso ha voglia di rimettersi in gioco. Lucchesi, che aveva già sostenuto Spalletti all’Empoli e Di Francesco al Pescara, vorrebbe farlo diventare una sorta di manager del club. Con lui ci sarebbe anche Birindelli, ex Juve.