Premier League, con il passar degli anni ha acquisito la fama del campionato europeo più interessante d’Europa, sia sotto il profilo tecnico che dal punto di vista del marketing. Negli ultimi anni, con l’arrivo di imprenditori stranieri e gli accordi con grandi multinazionali, la Premier League, anche attraverso i club, è riuscito a superare come appeal, anche campionati come Liga, Bundensliga e Serie A.

L’importanza della Premier League ha conquistato anche parti del mondo dove il calcio è ancora allo stato primordiale. Infatti, nei giorni scorsi la piattaforma Thai peer-to-peer streaming video PPTV ha firmato un accordo sub-concessione con un operatore di pay-TV via cavo con una Holdings thailandese per i diritti tv delle partite di calcio della Premier League.

Secondo l’accordo, PPTV mostrerà 26 partite durante la stagione 2015-16 a titolo free-to-air. Kematat Paladesh, presidente della società controllante PPTV Bangkok media e Broadcasting, ha detto che lo sport visto dal broadcaster come driver pubblico, è la chiave del successo in questi paesi. Infatti, con tale piattaforma, per le stagioni 2015/2016 e 2016/2017, sarà possibile vedere anche tutte le partite della Bundensliga.

Con tale accordo, la CTH ha i diritti tv in Thailandia per la Premier League fino alla fine della stagione 2015/2016.

Tale partnership non è altro la prosecuzione del lavoro svolto dal Bangkok Entertainment Company Canale 3 e canale digitale Thairath TV  che hanno mostrato free-to-air Premier League la scorsa stagione.

L’accordo raggiunto per la trasmissione in Thailandia di alcune partite di Premier League, non è altro che un’altra strategia di marketing messa a segno dalle aziende che hanno acquisito in precedenza la trasmissione delle partite del campionato inglese e questo, non può far altro che migliorare ulteriormente l’immagine della Premier League.

D’altronde, accordi del genere l’ha già stipulato un mese e mezzo fa la Federcalcio tedesca che mira, proprio come quella inglese, ad espandere il proprio brand e a far conoscere il proprio campionato nel mondo.