Gazzetta TV

Ascolti Gazzetta Tv -L’investimento è stato nell’ordine degli 800 mila euro (qualcosa in meno stando alle parole di Francesco Carione, responsabile del sistema Gazzetta dello sport in Rcs), ma grazie all’esclusiva per trasmettere in Italia le partite della Copa America, Gazzetta Tv ha bruciato le tappe in termini di ascolti, raggiungendo il 20 e 21 giugno una media dello 0,8% di share sulle 24 ore, con una prima serata superiore all’1%, e con picchi di ascolto di 610 mila telespettatori al minuto.

Numeri che a prima vista, specie per i non addetti ai lavori, potrebbero sembrare da prefisso telefonico, ma che in realtà rappresentano un importante successo per il canale canale controllato al 60% da Rcs e al 40% da De Agostini (che ha messo a disposizione il canale 59 del digitale terrestre) e lanciato solo pochi mesi fa, considerato il tasso di dispersione dell’audience sul digitale terrestre.

La decisione di puntare forte sulla Copa America sta dunque pagando, dando una spinta decisiva alla notorietà e agli ascolti di Gazzetta Tv: sabato scorso, durante Argentina-Giamaica trasmessa alle ore 23,30, i picchi hanno avvicinato il 5% di share, e per Brasile-Venezuela di domenica, ore 23.30, si è sfiorato il 6%.

Non sarà facile confermare questi risultati nei prossimi giorni (la gran parte delle partite in Cile, di qui in avanti, si giocherà infatti molto dopo la mezzanotte) né dopo il 4 luglio, quando si concluderà la Copa America e si dovranno probabilmente fare ulteriori investimenti in diritti tv.

Intanto, però, ci sono già alcuni punti di forza del palinsesto: il canale in seconda serata ha le news delle ore 23 che viaggiano a una media dell’1,6%, il format Condò Confidential è oltre il 2% (il 6 luglio parte la seconda serie) e le puntate del documentario Bomber superano il 3%. D’altronde lo stesso Carione già in febbraio aveva fissato gli obiettivi di audience: 0,7% medio entro il 2015, e 1% di share alla fi ne di tre anni.

E proprio su questi target sta lavorando la concessionaria Prs, che raccoglie la pubblicità di GazzettaTv. Il fatto di aver voluto rendere pubblici i dati di ascolto di Gazzetta Tv è ovviamente molto apprezzato sul mercato: si quantifica il bacino di audience e si prende anche un impegno pubblico nel provare a confermare e migliorare i dati in futuro. Un atteggiamento completamente diverso, per esempio, rispetto a quello di Agon Channel Italia, partito ormai da sette mesi sul canale 33 del digitale terrestre, ma sui cui ascolti nessuno sa nulla. E, in genere, quando le audience non vengono rese pubbliche, significa che le cose non vanno proprio benissimo.

1 COMMENTO

  1. ho visto tutte le partite finora della Copa… tra dirette e differite… c’è voglia di Calcio in chiaro (oltre che di Calcio pulito). Futbol para todos, il Calcio in chiaro paga in ascolti. Campionati stranieri “minori” ? Gli appassionati penso ci siano. Scozia, Belgio, seconda serie inglese ok! Cechia e Slovacchia perchè no? Anche sintesi, speciali, riassunti. E pensare che Rai Sport dava il Brasilerao. Ma ad esempio un bel programma settimanale con i gol del Brasile campionati statali inclusi? Va bene che c’è Youtube ma la tv è ancora la TV!
    Grazie a Gazzetta Tv per l’opportunità di seguire la Copa e molti auguri per il futuro. E grazie alla vostra redazione.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here