Agusti Benedito ha presentato questo pomeriggio il suo programma economico per le elezioni che lo poterebbero a diventare il nuovo presidente del Barcellona. Il candidato si è mostrato molto interessato al progetto ‘Espai Barça’ ed infatti a tal proposito ha affermato: “potrebbe avere conseguenze disastrose per il Barcellona, in quanto minaccia la struttura societaria del club e la sua indipendenza.”
Benedito ritiene che il costo dell’operazione per il riammodernamento del Camp Nou sia troppo elevato, criticando la scelta fatta dall’attuale presidente Bartomeu e dagli azionisti che insieme a lui hanno approvato tale progetto durante uno degli ultimi CDA. Il candidato alla presidenza ha poi dichiarato: “Non sono sicuro che tutti coloro che hanno votato erano consapevoli dei rischi che sono coinvolti in questo progetto”, ha detto. Se dovesse essere eletto presidente, l’uomo d’affari catalano propone un piano alternativo. “E ‘vero che tutti i partner hanno dato l’assenso a un importante rinnovamento architettonico, ma consiglierò di farlo in modo da non mettere in pericolo l’istituzione “.
In questo senso, Benedito ha poi dichiarato che sarà nei suoi principali obiettivi ristrutturare l’intera complesso del Camp Nou ma che lo farà durante il suo “ipotetico” secondo mandato, cioè quello del 2020, lasciando spazio, in questo momento ad altri progetti più impellenti. Il candidato ha infatti promesso che nei prossimi cinque anni(se dovesse vincere) farà spostare il “Mini Estadi” nella città dello sport di Sant Joan Despi, ed il quale sarà in grado di ospitare ben 10.000 persone. Sempre nella stessa città successivamente sorgerà il ” Nou Palau Blaugrana”  progetto che diventerà un punto di riferimento per tutto il Sud dell’Europa.
Per concludere l’argomento riguardo le opere del Camp Nou, Benedito, ha dichiarato che in caso di vittoria delle elezioni ha già preventivato un investimento pari a 50 milioni di euro da spalmare lungo i cinque anni di mandato, che verranno utilizzati per portare a compimento l’intera struttura dell‘Espai Barca.
 Al più accreditato pretendente alla presidenza è stato infine chiesto un paere sul pezzo più pregiato del mercato, Poul Pogba, su cui Benedito si è espresso dicendo: “Abbiamo avuto dei contatti per Pogba. La Juventus è stata chiara, tratta solo a partire dagli 80 milioni di euro e il calciatore ha già un’offerta del Psg da 12 milioni di euro l’anno. Non chiudiamo la trattativa ma a queste condizioni non è possibile portare il calciatore da noi