Lo partita tra Mediaset e Sky prosegue e si sposta nella metà campo dell’emittente di Murdoch. Dopo che Sky ha chiuso l’accordo con Telecom per puntare sulla banda larga e raggiungere nuovi potenziali abbonati anche senza la parabola, Mediaset risponde invadendo il territorio di competenza di via Rogoredo: secondo quanto riporta MF, la televisione di Pier Silvio Berlusconi è pronta a sbarcare sul satellite. Ci sarebbe già un accordo con Eutelsat per comprare la banda e lo spazio sul satellite, sul quale solo più avanti sarà definito il tipo di offerta specifica.

Sul satellite Mediaset vorrebbe piazzare una serie di canali tra cui anche quelli su cui trasmetterà in esclusiva la Champions League il prossimo anno (fino al 2018) e le partite delle principali squadre di Serie A, alle quali si aggiunge il cosiddetto “pacchetto C”, cioè quello delle immagini negli spogliatoi, delle interviste durante l’intervallo e del diritto ad essere i primi a intervistare gli allenatori dopo la gara.

Oltre all’offerta sportiva, il Biscione potrebbe inserire anche un’offerta cinematografica: proprio ieri si è aggiudicata l’esclusiva sull’Italia dei film e delle serie tv di Warner Bros e Nbc Universal, con la prima fino al 2020 e con la seconda fino al 2018. Vale a dire che Mediaset da oggi avrà a disposizione “circa 3.500 ore di prodotto Usa all’anno con mille ore di titoli inediti in tutte le modalità di visione e su tutte le piattaforme distributive, tv free, tv pay (ed eccoci di nuovo al satellite, ndr) e online in modalità lineare e on demand”, scrive il Biscione in un comunicato.

Per l’amministratore delegato di Premium Franco Ricci si tratta di un potenziamento per qualità e quantità dell’offerta del gruppo, “ma soprattutto – ha detto – conferma la volontà di investire a lungo termine in contenuti esclusivi, quelli che fanno la differenza tra offerte concorrenti, sia free sia pay sia di streaming online. Mediaset si pone sempre più al centro degli interessi internazionali legati alla convergenza tra contenuti video e offerte broadband”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here