Brutti, ma soprattutto inospitali. Non si arresta minimamente la fuga degli spettatori dagli stadi di serie A. Anche nella stagione 2014/2015 la serie A ha visto un calo del 6,1% rispetto alla stagione precedente. Da 23.481 presenze a 22.057 totali a partita. Lo rileva il Report n. 6/2015 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italiano in riferimento al database online di Stadiapostcards.

Si tratta della peggior media presenze emersa nelle ultime cinque stagioni disputate: –10.5% rispetto al 2012/13 (24.655), -5% rispetto al 2011/12 (23.214), addirittura -11.4% rispetto il dato finale del campionato 2010/11 (24.901). Solo il primo trimestre aveva fatto segnare un +0,9% rispettoall’anno prima, ma è magra consolazione.

In prospettiva la questione deve ulteriormente preoccupare. Non è certo il caso di prendere posizione rispetto all’ormai logoro dibattito sui piccoli club che si accingono a giocare in massima serie. Ma un dato è incontrovertibile: se lo scorso anno le retrocesse (Livorno, Catania e Bologna) avevano una media di 15.700 persone circa a partita, quest’anno le new entry Cesena, Empoli e Palermo ne hanno garantiti 14.200 in meno.

E il prossimo anno vedrà l’esordio di Frosinone (5.200 persone in media quest’anno) e Carpi (3.000 persone in media) che anche conteggiando un prevedibile raddioppio di affluenza difficilmente avranno un pubblico superiore alle 10 mila unità in media. Facile quindi prevedere l’ennesimo calo.

L’unica società certamente in controtendenza sarà l’Udinese, passata dai 14.200 spettatori medi del 13/14 agli 8.900 dello scorso anno per la capienza ridotta dai lavori di ristrutturazione del Friuli. Con la consegna del nuovo stadio certamente i numeri dovrebbero più che raddoppiare.

Spettatori Serie A 2014/15, Roma al top, seguono Juventus, INter e Milan
Spettatori Serie A 2014/15, Roma al top, seguono Juventus, Inter e Milan

Alla Roma va il primato stagionale della Serie A. Con una media pari a 40.135 i giallorossi scalano due posizioni rispetto la stagione 2013/14 (dalla 3° alla 1°) conquistando la vetta e mantenendo a debita distanza le dirette concorrenti: +4.1% sul secondo posto ottenuto dalla Juventus (38.553), +7.7% rispetto alla terza piazza occupata dall’Inter (37.270).

Ma se i bianconeri confermano i numeri emersi nella stagione precedente (38.328) scalando addirittura tre posizioni (dalla 5° alla 2°) lo stesso non si può certo dire per i nerazzurri i quali fanno registrare un decremento del 19.4% retrocedendo di due posizioni (dal primato alla 3°).

Il calo degli spettatori non risparmia neanche il Milan che mantiene la quarta posizione come nella stagione 2013/14 rispetto alla quale però emerge un decremento delle presenze pari all’8.1% (36.661).

Un vero e proprio tracollo (32.266) si è invece registrato allo stadio “San Paolo” di Napoli che ha fatto registrato un -20.6% rispetto lo scorso campionato (40.632). In negativo anche Fiorentina (-5.5%)Sampdoria (-1.9%) e Verona (-8.8%).

Spettatori Serie A, le presenze allo stadio nella stagione 2013/14
Spettatori Serie A, le presenze allo stadio nella stagione 2013/14

Nella top ten della Serie A l’unico dato in positivo risulta essere quello della Lazio (+9.5%, quinta posizione) mentre rimangono pressoché invariati i numeri del Marassi genoano (-0.05%, nona posizione).

La Juventus si conferma quale compagine che richiama il maggior numero di presenze di tifosi avversari: con i bianconeri in campo si è registrato il miglior dato stagionale a Bergamo, Cagliari, Cesena, Verona (Chievo), Empoli, Firenze, Napoli, Palermo, Parma, Stadio Olimpico con la Roma, Stadio Olimpico di Torino, Mapei Stadium, Udine.

A Milano l’exploit stagionale si è registrato durante le stracittadine (74.022 durante Inter-Milan e 79.173 durante Milan-Inter). Quest’ultimo dato risulta essere il migliore stagionale riguardo il singolo incontro.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here