Bari Dalian Wanda Group, sfuma l’ipotesi, almeno per il momento, di una trattativa tra le due aziende. Eppure,  l’arrivo di una nuova cordata potrebbe esser molto di aiuto al presidente del Bari, Gianluca Paparesta, per reperire ulteriori fondi da investire sul mercato. Meno di quindici giorni fa, il patron del club pugliese rassicurò i propri tifosi dicendo che il club avrebbe disposto quest’anno di un budget superiore per il mercato rispetto a quello dello scorso anno. L’obiettivo è quello di riscattarsi da un’annata fallimentare ed avere soldi freschi da investire per rinforzare la squadra è la soluzione migliore.

L’ipotesi di una trattativa Bari Dalian Wanda Group non sarebbe sicuramente dispiaciuta ai tifosi baresi che avrebbero potuto così pensare ad una squadra ancora più forte per il prossimo campionato. Da via Torrebella però smentiscono categoricamente ogni trattativa con emissari di multinazionali della Cina pubblicate oggi su un quotidiano pugliese che parla dell’interesse del gruppo cinese Dalian, che fa capo al magnate Wang Jianlin, a sondare la possibilità di acquisto della società guidata da Gianluca Paparesta.

Il Dalian Wanda Group e’ da febbraio proprietario di Infront, e l’interesse di alcune multinazionali cinesi per club europei potrebbe rientrare in una strategia volta a preparare il terreno per l’assegnazione dei Mondiali di calcio 2026 a Pechino. Secondo alcune indiscrezioni, i dirigenti del Bari  considerano prive di fondamento le notizie circa la presenza di trattative per la cessione delle quote sociali, ribadite dalla considerazione che in questi mesi non vi sono stati interlocutori idonei a entrare nel capitale societario.

Infine, la dirigenza biancorossa c’ha tenuto a sottolineare come, gli intermediari presentatisi finora, non sono stati ritenuti idonei nemmeno a intavolare una trattativa.

Dunque, niente da fare per i tifosi biancorossi che speravano nella creazione del duo Bari Dalian Wanda Group, per vedere la loro squadra del cuore pronta a risalire in Serie A.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here