Matelica Modena in streaming

Lo stadio Braglia di Modena necessita urgentemente dei lavori di manutenzione ma per fare ciò il Comune non basta. Investire negli stadi è importante per tutto il movimento calcistico italiano ma al momento, i Comuni che intendono farlo, non sono in grado economicamente di gestire da soli operazioni del genere. Tale concetto è stato rivolto dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli al presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, in una lettera appena inviata. Nella missiva Muzzarelli, coinvolgendo anche il Coni e il dipartimento per lo sport del Governo, sollecita “contributi straordinari per sostenere e agevolare in ogni modo possibile il compito di noi amministratori locali verso gli stadi”. Lo stadio Braglia di Modena ha evidenti problemi strutturali e per questo motivo, il Comune ha deciso di stanziare 550.000 euro per il rifacimento completo del campo e delle opere infrastrutturali sottostanti e connesse. Tali investimenti, che verranno inseriti nel bilancio comunale 2015, non basteranno però a risolvere tutti i problemi dello stadio Braglia. Nel suo appello, il sindaco mette in evidenza di essere anche presidente di una provincia “dove vi sono ben tre realtà cittadine che militano tra serie A e B” ovvero Sassuolo, Carpi e Modena. Per questo motivo, gli interventi di manutenzione della struttura non possono essere più rinviati e allo stesso tempo non può essere solo il Comune ad investire. Infatti, al momento “è evidente che anche lo stadio Braglia, che è di proprietà comunale e rappresenta la più rilevante infrastruttura sportiva della città, anche con vincoli storico-testimoniali, e’ diventato sempre di più un problema economico-gestionale che un’opportunità sportiva e sociale per la comunità modenese”.

PrecedenteLa Zucchi di Buffon prova a salvarsi con il concordato in bianco
SuccessivoManenti dai domiciliari prova a riprendersi il Parma
Laureato in scienze politiche, ha frequentato il master in 'Informazioni multimediali e giornalismo economico' presso il Sole24Ore.